Domenica, 18 agosto 2019 ore 00:32
     
Notizia

ARTE E CULTURA / Angela Loprete porta la sua arte in Cina

A Shangai ha esposto i suoi quadri ed è entrata nel catalogo Eccellenze Artistiche 2019 dell'Accademia Nike

Venerdì 14 Giugno 2019 - 19:10
CalabriaInforma.it: Angela Loprete porta la sua arte in Cina

Due eventi svolti contemporaneamente per l’artista di Girifalco, Angela Loprete trapiantata a Roccelletta di Borgia. La Loprete ancora una volta protagonista con la sua arte tra occidente e oriente. La voglia sempre di  confrontarsi con un mondo nuovo per lei, la sua meta ora verso l’oriente, la bellissima Shanghai città della Cina. E’ proprio qui che ha voluto portare la sua presenza, la sua arte e la sua tecnica. Nel (circuito internazionale delle Ferrari in Cina) in esposizione presso lo Sheraton/Shanghai, Cina, presente sia come artista con la sua pittura, ma , si presenta anche come designer per entrare nel mercato cinese. La meta verso un mondo completamente diverso sia di tradizioni che di cultura, ma che stimolano la Loprete e vede sempre un trampolino di lancio. 

Contemporaneamente un altro evento in Puglia a Santa Cesarea Terme al Palazzo Rizzelli, due sue opere protagoniste nel catalogo delle Eccellenze Artistiche 2019, redatto dall’accademia della Nike evento curato dalla professoressa Flavia Abati, il volume è stato curato dal critico e storico d’arte Vincenzo Abati, l’introduzione del volume è a cura di Josè Dalì, figlio del grande maestro Salvatore Dalì, due opere  di grosso impatto pittorico, due opere olio su tela , l’opera intitolata “La speranza di un sogno… pace e amore” nella critica artistica Abati dice che “vedono l’illogicità associativa degli elementi rappresentati in chiave onirica, la verità interiore dell’artista lasciando in disparte l’aspetto oggettivo della realtà”. 

L’altra opera olio su tela come da critica sottolinea: “Ciò che sorprende è l’aggressività del colore che esalta le forme tipiche del linguaggio floreale soddisfacendo, in tal modo, l’esigenza di un’analisi introspettiva. La Loprete vede sempre la pittura come un modo di comunicare è lei stessa che dice: ‘la pittura ha un linguaggio unico, e, non ha né limiti né confini’”.
 




Altre notizie