Mercoledi, 21 agosto 2019 ore 20:08
     
Notizia

SPORT / Sersale, inaugurato campo in erba sintetica

Presenti tantissimi ex atleti del Catanzaro Calcio

Sabato 27 Luglio 2019 - 20:6
CalabriaInforma.it: Sersale, inaugurato campo in erba sintetica

Un campo di calcio così bello non si era mai visto  in queste latitudini: ora c’è ed è  una gioia per gli occhi. 
Sabato 27 Luglio 2019: succede qualcosa di importante per la Città di Sersale e i suoi abitanti . L’orologio ha  appena  scavalcato le ore 18, quando il primo cittadino Salvatore Torchia inaugura con tanto di taglio del nastro  il nuovo campo in erba sintetica del centro sportivo “Ferrarizzi”: laddove c’era polvere, ora c’è un verde luccicante pensato per accogliere chi fa sport.
E’ il nuovo palcoscenico delle due squadre dilettantistiche ( Sersalese di terza categoria e A.s. Sersale squadra di eccellenza), delle scuole calcio del paese, degli amatori, di chi ama dare calci a un pallone.
Il nuovo rettangolo di gioco rapisce lo sguardo già da lontano, se poi ti avvicini è qualcosa che lascia basiti.

Una struttura così meritava una bella cerimonia di inaugurazione e così è stato. 
Tantissime le persone presenti sugli spalti perché sul terreno di gioco c’era, per l’occasione, la storia del calcio calabrese, in particolare le leggende del Catanzaro calcio: da Palanca a Banelli, da Silipo a Zunico, da Giampa a Cascione. E ancora: Pellizzaro, Nicolini, Braca, Novembre, raise,Soda, Perrotta, Criniti, Belfatto, Parentela, Esposito, Scorrano, Brutto, Ferrara, Costa, Barbuto, Barone. Giallorosso chiama giallorosso: una festa di olori, una festa dello sport.

Non è finita qui: c’erano anche tanti amministratori dei paesi vicini così come i vertici della Figc rappresentata a livello nazionale da Antonio Cosentino e a livello regionale dal presidente Saverio Mirarchi.
Oggi nuovo campo di calcio in erba sintetica, ieri struttura polivalente dedicata al bambino ucciso dalla ndrangheta  Dodò Gabriele: quando si parla di struttura sportive di eccellenza, Sersale non fa mai scena muta. Non è poca cosa, non sono cose scontate.

Enzo Bubbo




Altre notizie