Lunedi, 21 ottobre 2019 ore 17:11
     
Notizia

POLITICA / 'Bye bye Vono': il 'saluto' di Nesci (M5S) alla senatrice catanzarese

Dopo il passaggio di Silvia Vono nel neo partito di Renzi, la reazione della deputata grillina non si è fatta attendere

Senato, Vono da 'M5S' a 'Italia Viva'

Giovedì 26 Settembre 2019 - 9:45
CalabriaInforma.it: 'Bye bye Vono': il 'saluto' di Nesci (M5S) alla senatrice catanzarese

Dopo il passaggio della senatrice Gelsomina Silvia Vono, dal M5S al nuovo partito di Matteo Renzi "Italia Viva", la deputata calabrese Dalila Nesci, che con lei aveva collaborato in alcune occasioni e che recentemente non ha nascosto l'intenzione di voler scendere in campo alla prossima tornata elettorale regionale, ha immediatamente fatto conoscere alla ex collega di partito ed al M5S cosa pensa di questa scelta e dell'ipotesi di alleanze con liste civiche per la scelta di un eventuale candidato presidente in Calabria.

"Accolta nella famiglia del M5s la Senatrice Vono faceva parte di un comitato civico con il quale avevamo condiviso negli ultimi anni alcune battaglie per il diritto alla mobilità in Calabria: mi riferisco alla messa in sicurezza di alcune strade della provincia di Vibo Valentia e di Catanzaro". Ha scritto Dalila Nesci immediatamente dopo la notizia sul suo profilo Fb.

"Sapevo - ha aggiunto - che proveniva dagli ambienti del #Pd, ma l’apertura alla cd. 'società civile' delle scorse elezioni politiche ha comportato in poco tempo l’aggregazione di persone che non appartenevano alla giovane storia del #M5s. Questo episodio per me è la riprova che - prima di fare scelte di 'aperture' improvvisate - in territori già segnati dalla cappa mafiosa e dai poteri subdoli, bisogna pensare bene alla direzione da proporre per le prossime elezioni regionali in Calabria.

Ci dev’essere un esponente fidato a rappresentare il #M5s in #Calabria e che creda nel suo progetto culturale rivoluzionario. Altrimenti vorrà dire che perderemo l’opportunità di scardinare il vecchio sistema e che il progetto alimentato in questi anni sul territorio Calabrese è stato un fallimento".

A.L.




Altre notizie