Sabato, 7 dicembre 2019 ore 22:47
     
Notizia

CRONACA / 'Candidatura Oliverio sconsigliata da me? Non cedo a provocazioni'

Il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri  ospite della trasmissione di Lilli Gruber su La 7 non replica alle accuse di ingerenze nella candidatura Pd' Parla anche di evasione fiscale. 'Tetto al contante? Combatte la piccola e media evasione'

Martedì 19 Novembre 2019 - 22:21
CalabriaInforma.it: 'Candidatura Oliverio sconsigliata da me? Non cedo a provocazioni'

ll procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, ospite della trasmissione di Lilli Gruber Otto e mezzo non ha voluto rispondere alle accuse di aver consigliato la non candidatura di Oliverio alle Regionali. «Mi hanno attribuito ogni colore politico. Ho spalle large e nervi d'acciaio, chi vuole provocarmi perde tempo" ha detto. "Io credo che chiunque debba difendersi nei processi". L'approfondimento di La 7 era però oggi dedicato soprattutto ad altri argomenti. All'evasione fiscale e al sistema giudiziario che secondo Gratteri, "è troppo farraginoso e non è adeguato alla realtà criminale del 2019. Servono mille riforme da fare contemporaneamente perché il sistema diventi efficace. (...) Ma penso che anche con questa riforma della giustizia si sia persa una grandissima occasione".  "Il tetto al contante è importante e serve sopratutto per la piccola e la media evasione. Per la grande evasione serve invece un sistema giudiziario serio, perché vale come un'altra finanziaria''.

''Sento l'espressione 'manette agli evasori' da 15 anni -continua Gratteri-. Ma in carcere gli evasori ci andranno non alzando il massimo della pena, ma il minimo. Non esiste una sola ricetta per risolvere il problema, serve la volontà. Per cambiare i costumi di un popolo servono almeno 10-15 anni. Ma quale governo può dire di aver seriamente investito per far funzionare il sistema penale?".

Poi bacchetta Salvini. "Il Ministro degli Interni puo' fare poco sulla giustizia. Puo' solo chiedere maggiori risorse per assumere personale e agenti, che mancano per colpa del blocco delle assunzioni nel 2010. Salvini ha perso troppo tempo parlando di immigrazione e ha parlato poco di quello che realmente andava fatto per le forze dell'ordine". E sul Movimento Cinque Stelle:' Mi aspettavo una rivoluzione, non c'è stata".




Altre notizie