Venerdi, 13 dicembre 2019 ore 08:33
     
Notizia

CRONACA / Presepe di sabbia a Catanzaro: intorno alla Natività c’è la Calabria

Forte affluenza di visitatori per la prima giornata che svela la straordinaria scultura in sabbia realizzata da sette giovani artisti  provenienti da diversi Paesi del mondo

Lunedì 02 Dicembre 2019 - 19:11
CalabriaInforma.it: Presepe di sabbia a Catanzaro: intorno alla Natività c’è la Calabria

di Laura Cimino

Un presepe monumentale, dalla forte suggestione sacra, nei colori caldi della sabbia che evocano la Natività, nella sua scabra semplicità e nel suo fortissimo messaggio. Un presepe che unisce però all’idea universale, quella particolare del nostro territorio. Perché nella scultura scolpita in sabbia c’è Betlemme, ci sono i Magi ma, nei 500 metri quadrati di esposizione, c’è pure il Cavatore, il Castello svevo di Cosenza, una meravigliosa Cattolica di Stilo, e ancora la chiesetta di Piedigrotta e poi il Castello aragonese di Crotone e tutta la classica maestosità di Capo Colonna. E ancora spaccati di un’antica civiltà contadina, che avvicina le nostre origini a quell’umiltà che è il senso della natività.
Il locale e l’internazionale. Nello scambio di conoscenze, talenti e arte. Perché sono stati sette artisti di fama mondiale provenienti da ogni parte del mondo a raccontare le bellezze del territorio calabrese che si fanno un tutt’uno con la rappresentazione della Natività. 

E’ questo il presepe nel cuore del centro di Catanzaro, l’unico del Sud Italia, oggi inaugurato e accolto da una straordinaria presenza di visitatori in fila, in un corso Mazzini che ha dato il via alle luminarie all’atmosfera natalizia e che resterà aperto da oggi fino al 7 gennaio, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 22. Duecento tonnellate di sabbia modellata, 500 metri quadrati di esposizione al coperto con realizzati dalla sensibilità e dalle mani di autori  provenienti da Russia, Ucraina, Spagna e Canada. ‘Questa del presepe è una bellissima iniziativa che credo porterà a Catanzaro fino a 40 mila persone – afferma il sindaco Sergio Abramo – come altrove, ma è molto bello tutto il cartellone organizzato con artisti internazionali perché abbiamo visto la qualità degli spettacoli. Sarà davvero un bel Natale quello di Catanzaro e in un momento di crisi come questo purtroppo per tanti altri Comuni è un risultato che fa ben sperare per la nostra città’.

‘Speriamo che tanti catanzaresi – aggiunge il presidente del consiglio comunale Marco Polimeni – possano essere attirati, incuriositi e al contempo affascinati, proprio come capitò a me lo scorso anno andando a Stalettì, quando nel vederlo l’ho immaginato e previsto per Catanzaro, pensando che se lì si era arrivati a 14 mila presenze, con un’opera ancora più grande, allestita con maggiori dettagli da questi artisti internazionali e in un’ambientazione più centrale e attrattiva, inserita in un contesto più organizzato come quello del centro storico, sicuramente avremmo potuto puntare su numeri importanti. Già il fatto stesso che il presepe – aggiunge Polimeni – apra i battenti ci ha portato alla ribalta delle cronache nazionali, con il Sole 24 ore che lo ha citato tra le esposizioni natalizie più belle ed importanti d’Italia, così come sappiamo per certo che sarà citato da altri quotidiani nazionali. Se a questo si aggiunge un’organizzazione capillare del Natale con una notte di San Silvestro importante e per tanti altri appuntamenti siamo certi che le presenze saranno moltiplicate. 

Se devo dire ciò che mi emoziona, la cosa che mi piace di più è anche l’idea che tanti ragazzini e cittadini in generale scattino foto per poi condividerle sui social network, facendo in modo assolutamente spontaneo un’opera di divulgazione di quello che è questo presepe e questo Natale catanzarese’.
‘Il presepe di sabbia è inutile negarlo – ha detto ancora l’assessore al Turismo Alessandra Lobello – è la più importante delle iniziative che mettiamo insieme quest’anno per ‘Sarà tre volte Natale’, è importante non solo perché ha portato a Catanzaro artisti di fama internazionale provenienti da tutto il mondo per conoscere la nostra città e lavorare qui, ma anche e soprattutto perché caratterizza la nostra regione con queste cinque opere che raccontano ogni provincia, ponendo Catanzaro al centro dell’attenzione regionale quindi Catanzaro capoluogo di regione che ospita appunto le bellezze di tutte le altre province’.
Sarà tre volte Natale non solo il presepe di sabbia, ci ritroveremo nel centro storico ogni fine settimana con animazione per i più piccoli e artisti di strada e non solo per arrivare alla grande festa di San Silvestro che si terrà qui su corso Mazzini con i Sud Sound System e balleremo a ritmo salentino’.
Ancora, ha aggiunto il vicesindaco di Catanzaro Ivan Cardamone, ‘una bellissima novità per Catanzaro, che racchiude un significato religioso ma anche l’obiettivo di calamitare turisti, appassionati, curiosi per godere le festività natalizie.
Abbiamo migliorato il programma natalizio grazie all’esperienza che stiamo accumulando in questi anni. Sono convinto che i catanzaresi lo apprezzeranno’.




Altre notizie