Giovedi, 23 gennaio 2020 ore 20:13
     
Notizia

CRONACA / Ndrangheta: boss in massoneria ufficiale in cerca relazioni

Tentativo emerge da inchiesta Dda Catanzaro su cosche vibonesi

Venerdì 20 Dicembre 2019 - 19:11
CalabriaInforma.it: Ndrangheta: boss in massoneria ufficiale in cerca relazioni

Infiltrarsi nella massoneria ufficiale, considerato un "contesto funzionale" ad aprirsi un mondo nuovo di contatti e relazioni con esponenti della politica, dell'imprenditoria e della pubblica amministrazione (anche militare) a livello non solo locale, da alimentare costantemente, premurando nuovi ingressi. E' il tentativo dei soggetti legati od intranei alle cosche che emerge dall'inchiesta Rinascita-Scott coordinata dalla Dda di Catanzaro e condotta dai carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Vibo Valentia. Un ambiente, quello massonico, che secondo quanto affermano alcuni dei boss intercettati nel corso dell'inchiesta e come ha riferito nel corso dei suoi interrogatori il collaboratore di giustizia Cosimo Virgiglio, massone deviato e vicino ai servizi segreti, che metterebbe in comunione appartenenti delle Istituzioni e della 'ndrangheta. Lo stesso Giancarlo Pittelli, avvocato ed ex parlamentare di Forza Italia arrestato ieri nell'operazione per concorso esterno in associazione mafiosa, nel corso di una telefonata intercettata afferma: "allora non e' importante in Calabria, non serve a un ca..., perche'... non c'e'.., questo fiore.., ha una grossa consistenza il rapporto con il Maestro Venerabile, il numero uno italiano e poi con il rito scozzese, il rito scozzese ti apre le porte e le autostrade mondiali". Nel corso delle indagini, infatti, e' emersa in piu' occasioni la presenza di soggetti legati alle cosche del vibonese disarticolate ieri in obbedienze massoniche ufficiali. A giudizio degli investigatori, alcuni degli indagati collegati ai Mancuso - tra i quali lo stesso Pittelli - sviluppino i rapporti con la massoneria anche ufficiale allo scopo di allargare sempre di piu' la propria rete di relazioni in ambienti qualificati e connotati da riservatezza e segretezza, oltre che dallo spirito di fratellanza, per raggiungere scopi non sempre chiari. (ANSA)




Altre notizie