Quantcast

#CalabriaTour del M5S fa tappa a Catanzaro: si parla di turismo

Ospiti del workshop introdotto da Anna Laura Orrico, che si terrà nel quartiere Lido, due esperti del settore: Francesco Biacca e Massimiliano Capalbo

Più informazioni su


Il #CalabriaTour del M5S, percorso volto ad avviare un programma condiviso in vista delle prossime elezioni regionali, farà tappa a Catanzaro per un tavolo tematico sul turismo.

L’appuntamento è per oggi pomeriggio, all’hotel Palace, nel quartiere Lido, dalle 15:00 alle 19:00.

Insieme agli attivisti locali del M5S sono state individuate tre macro aree tematiche per sviluppare il ragionamento:  messa a sistema dei “turismi” calabresi; formazione continua degli operatori turistici; creazione di una rete costituita da operatori turistici e stakeholder che potrebbero partecipare al processo di crescita turistica della regione.

Il workshop si articolerà in diverse fasi. L’introduzione ai lavori verrà affidata alla portavoce del M5S alla Camera dei deputati Anna Laura Orrico. Seguirà un “round table” con gli interventi dei gruppi di attivisti che relazioneranno sulle macro aree già determinate e quelli degli esperti del settore che per l’occasione saranno Francesco Biacca sviluppatore e project manager di Evermind e Massimiliano Capalbo marketing and sales manager di Orme nel Parco.

Lo step finale riguarderà il laboratorio cui attivisti e cittadini daranno vita raccogliendo gli input del dibattito e lavorando alla stesura di alcuni principi di sviluppo del programma sui temi affrontati.

Per chi volesse partecipare, è sufficiente iscriversi nell’apposito “google form” che troverà sul sito www.annalauraorrico.it.

“Quando si parla di turismo in Calabria – dice Anna Laura Orrico – ripetiamo spesso che dovrebbe essere la vera industria della regione e che tutto lo sviluppo, mancato, potrebbe articolarsi lungo questa unica direttrice. Eppure, spesso e volentieri, non ci si avvia verso l’obiettivo.
Turismo vuol dire tante cose, soprattutto vuol dire valorizzare le risorse di un territorio che possiede patrimonio ambientale e paesaggistico, beni culturali e archeologici, storia e arte, produzioni agroalimentari ed enogastronomiche capaci di raccontare millenni di tradizioni, folklore e ricchezza.
Tuttavia -continua la portavoce del M5S- sviluppare il turismo significa lavorare anche sulle infrastrutture, sulla viabilità di una regione fortemente provata dai collegamenti difficili sia interni che verso il resto del Paese e del mondo; significa lavorare meglio per tutelare le risorse naturali che abbiamo, significa investire sulla formazione degli operatori turistici, sulla cultura dell’ospitalità e sulla creazione di una rete tra imprese affinché i servizi offerti a chi decide di viaggiare nella nostra regione siano sempre di più e di qualità”.
 

Più informazioni su