Il giornalista Nino Spirlì vicepresidente e assessore regionale

A lui, membro della segreteria politica della Lega Calabria, le deleghe all'Artigianato, Commercio, Cultura e Legalità

La Lega, come aveva annunciato proprio ieri Matteo Salvini, entra nella Giunta Regionale della Calabria e lo fa con Nino Spirlì, giornalista di Taurianova e membro della segreteria politica della Lega Calabria. A Spirlì oltre la vicepresidenza, vanno quattro deleghe importanti: Artigianato, Commercio, Cultura e Legalità.
Deleghe e ruolo che avrebbero potuto essere divisi in due, ma che con il lavoro dello stesso Salvini, di Cristian Invernizzi e il vice responsabile nazionale Enti Locali, Walter Rauti, si chiude con il pesante assessorato e la vicepresidenza alla Lega.

Il primo commento del vice di Jole Santelli, in queste ore impegnata sul fronte Coronavirus, in prima linea, arriva dalla sua pagina Fb: “Invoco la Benedizione del Signore e mi affido alle amorevoli cure della Santa Vergine Immacolata – scrive Spirlì – e mi impegno a svolgere il mio compito nell’unico interesse della mia Gente.
Accompagnatemi solo con le Vostre preghiere. Grazie. Dio Vi voglia bene”.

Oggi Spirlì insieme agli altri assessori già noti, avrebbe dovuto presentarsi al Consiglio durante l’insediamento, ma così non sarà, perché la prima seduta del Consiglio Regionale dell’era Santelli, è stata rinviata per l’ennesima volta a causa dell’emergenza Covid-19.