“Gli aiuti decisi dal governo aiutano i grandi gruppi lasciando fuori il vero tessuto economico e sociale”

Francesco Grandinetti, presidente Assimec Calabria, contesta limiti nell'ultima manovra

Più informazioni su

    Francesco Grandinetti, presidente Assimec Calabria, si dichiara «allibito dal fatto che nessuno dei nostri rappresentanti istituzionali si compenetrino nei veri problemi delle piccole aziende e continuino a scimmiottare grandi economisti e virologi. Insomma è possibile che non capiscano che gli aiuti decisi dal governo aiutino soltanto i grandi gruppi lasciando fuori il vero tessuto economico e sociale della nostra regione?»

    Tra gli interrogativi «che senso ha dare indennizzi alle imprese parametrandoli al calo di fatturato del mese di aprile 2020? Che senso ha parlare di diminuzione di fatturato nel mese di aprile quando le bollette si pagano a ottobre e novembre? Parlare di diminuzione di fatturato fa bene solo alle grandi imprese consolidate. Lo sapete che le piccole (fotografi, fioristi, negozi abbigliamento, location, catering ecc. ecc.) e specialmente quelli nati da 2 o 3 anni basano i loro investimenti in base ad un business plan che prevedeva per il 2020 crescita? Quindi è normale che per queste tipologie di imprese il secondo anno si incassi più del primo ed il terzo più del secondo? Quindi chi li paga i “debiti” di investimento programmati se gli incassi diminuiscono per la “cancellazione” degli eventi? Chi risarcisce i mancati incassi degli eventi annullati per l’emergenza sanitaria?»

    Si chiede quindi di bloccare i pagamenti delle bollette energetiche, lamentando sul credito d’imposta sulle locazioni commerciali che servano «i soldi per pagarli e non un credito d’imposta che non servirà a risolvere il problema», proponendo di rinnovare il decreto liquidità del Cura Italia «con una semplice manovra, Cioè “obbligare” le banche ad erogare almeno un altro 50% di affidamento (sempre garantito al 100% dallo Stato) in maniera automatica visto che sono passati pochi mesi dall’ultima valutazione».

    Più informazioni su