Stabilizzazione Lpu-Lsu, Granato: “Grazie a nostri interventi mirati in Legge Bilancio

L'intervento della senatrice catanzarese

Più informazioni su

    “Negli ultimi giorni dell’anno sono stati tanti i sindaci che hanno dato notizia della stabilizzazione di lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità che per oltre vent’anni hanno garantito servizi e il funzionamento della macchina amministrativa soprattutto in piccoli centri. Un risultato importante, atteso e agognato da uomini e donne che hanno vissuto per anni nella precarietà, che come Movimento 5 Stelle abbiamo contribuito a raggiungere con interventi mirati nella legge di Bilancio appena approvata”. E’ quanto afferma la senatrice Bianca Laura Granato.

    “E’ giusto ricordare che con la legge di bilancio 2019 è stata prevista una procedura ad hoc per l’assunzione degli LSU (con tempo determinato, co.co.co e/o altre forme di lavoro flessibile) nei limiti della dotazione organica//piano di fabbisogno di personale di ogni Pubblica amministrazione con procedure selettive riservate (prove di idoneità per i profili per i diplomati; prove per titoli ed esami per i profili per i laureati) trasformando i contratti flessibili in indeterminati (con le procedure di stabilizzazione affidate a Ripam) – spiega la senatrice Granato.

    Le graduatorie di ogni PA, comunque, potevano anche essere utilizzate da altre Pa locali per l’assunzione degli Lsu; intanto si è proceduto alla proroga dei contratti a tempo determinato. Con la legge di bilancio 2020 (disciplina transitoria per il 2020) sono state emanate alcune deroghe alle procedure selettive (da concludere, comunque, entro il 31-3-2021, proroga approvata ora, rispetto al termine del 31-12-2020): nelle more dell’espletamento si potevano, comunque, assumere gli Lsu in sovrannumero rispetto a dotazione organica/fabbisogno di personale di ogni Pa, con contratti a tempo indeterminato, per il solo 2020”.

    “La legge di Bilancio appena approvata (disciplina transitoria per il 2021, che prevede che è entro il 31 marzo bisogna comunque chiudere con la stabilizzazione) – conclude la senatrice Granato -, stabilisce che si possa procedere all’assunzione diretta per i profili per i diplomati presso altre Pa, se i lavoratori sono stati già selezionati con procedure selettive pubbliche; mentre per chi non le abbia ancora svolte bisogna comunque superare le prove di idoneità, con la possibilità di svolgerle presso  un’altra Pa rispetto a quella in cui si lavora). L’auspicio, quindi, è che i sindaci continuino a stabilizzare questi lavoratori che hanno acquisito negli anni professionalità e competenze messe a disposizione delle proprie comunità e che meritano una stabilità economica in grado di ripagarli dei sacrifici fatti negli anni”.

    Più informazioni su