Sant’Anna Hospital, il Psi fa pressing sul sindaco Abramo

"Stiamo assistendo ad una lenta agonia dell’importante presidio sanitario"

Più informazioni su

    Il Partito socialista italiano di Catanzaro interviene in merito alla vicenda del Sant’Anna Hospital, struttura sanitaria che per anni ha rappresentato un punto di riferimento per migliaia di pazienti calabresi ed ha costituito un argine all’emigrazione sanitaria.

    “Purtroppo – si legge nella nota –  stiamo assistendo ad una lenta agonia dell’importante presidio sanitario, nell’indifferenza della classe politica nazionale e locale, interessata in questo momento a salvaguardare posizioni personali e non a tutelare l’interesse dei cittadini. Dobbiamo anche, con rammarico, registrare l’atteggiamento di totale chiusura da parte dei commissari nominati dal Governo, in primo luogo da parte della dott.ssa Luisa Latella, commissari che avrebbero dovuto risollevare le sorti della sanità regionale e che invece stanno dimostrando una palese inadeguatezza nell’adempiere le funzioni loro assegnate2.

    “Emerge – prosegue la nota –  con forza in questa vicenda la necessità di ritornare ad un’azione politica alta, che tenga in considerazione lo sviluppo del territorio, la tutela dei diritti fondamentali delle persone, il rispetto delle regole di confronto democratico, avendo invece lo strumento del commissariamento fallito negli scopi prefissati. Sia chiaro che il Partito Socialista, tradizionalmente sensibile al merito ed ai bisogni dei cittadini, non esiterà ad evidenziare a tutti i livelli eventuali responsabilità personali nel caso in cui il Sant’Anna Hospital dovesse cessare in modo definitivo la sua attività e, in tale prospettiva, invita il sindaco Sergio Abramo ad intraprendere ogni azione necessaria a tutelare il patrimonio di professionalità del Sant’Anna, come d’altra parte sostenuto dallo stesso primo cittadino durante la seduta del consiglio comunale dello scorso 11 gennaio.

    Più informazioni su