Quantcast

Dipendenti Carrefour davanti al Due Mari per chiedere rassicurazioni su presente e futuro lavorativo

I circa 400 dipendenti di poco meno 20 punti vendita senza stipendio ed ammortizzatori sociali da inizio anno

Più informazioni su

    Da realtà affermata a situazione in crisi, e per i poco meno di 20 punti vendita Carrefour in Calabria con circa 400 dipendenti ora si è aperta una situazione di limbo: senza stipendio ed ammortizzatori sociali da inizio anno, da quando i supermercati son tornati al gruppo Perri i dipendenti non hanno neanche risposte sulla linea aziendale presente, con diverse società a gestire i vari punti vendita a fare capo allo stesso amministratore.

    Questa fase di incertezza ha influito anche sulla trattativa di passaggio con la società di Floriano Noto, che si è bloccata, mentre i dipendenti stanno chiedendo ora di vedersi riconosciuti almeno gli ammortizzatori sociali per poter riaprire le trattative di cessione con chi potrebbe essere interessato.

    Si è arrivati così alla protesta davanti al centro commerciale Due Mari di questa mattina, altra situazione che tra restrizioni Covid e crisi economica potrebbe avere ulteriori criticità a breve.

    A portare vicinanza ai lavoratori anche il sindaco di Maida, Salvatore Paone, con i carabinieri a sorvegliare la situazione e mediare l’incontro tra i rappresentanti sindacali e la parte gestione dell’impresa.

    Più informazioni su