Quantcast

Mancuso: “La figura del direttore dei servizi socio-sanitari è imprescindibile per potenziare l’assistenza in Calabria”

'Specie dopo l’esperienza della pandemia, risulti indispensabile per potenziare l’approccio comunitario della cura'

Più informazioni su

    “Per potenziare i servizi territoriali finalizzati alla cura dei cittadini calabresi è necessario prevedere l’inserimento della figura del direttore dei servizi sociosanitari nel team di direzione delle cinque aziende sanitarie provinciali”.

    Lo afferma il consigliere regionale della Lega Filippo Mancuso che è intervenuto nel corso dei lavori dell’ultima seduta della commissione Sanità e Servizi sociali, sotto la presidenza dell’on. Baldo Esposito.

    “La proposta è emersa nel corso dell’audizione del dottor Franco Caccia, già presidente dell’Associazione Sociologi della Calabria, il quale ha sottolineato come questa figura, specie dopo l’esperienza della pandemia, risulti indispensabile per potenziare l’approccio comunitario della cura”.

    “Proprio questi lunghi mesi segnati dal Covid – sostiene il consigliere regionale- hanno fatto emergere l’importanza di vivere in un contesto in cui oltre al medico siano presenti ed operativi servizi e figure vicine ai bisogni, anche di sicurezza, dei cittadini.

    Nel corso della seduta è stato puntualizzato inoltre il valore prezioso assunto dalle associazioni di volontariato capaci di farsi carico con tempestività ed empatia non solo delle necessità strettamente sanitarie delle persone”.

    “La figura del direttore dei servizi socio-sanitari è da anni utilizzata dalle aziende sanitarie di regioni italiane con sistemi di cura molto evoluti come Veneto, Toscana, Emilia Romagna. Tale figura- ha precisato il consigliere Mancuso- risulta ancor più necessaria in una realtà come la Calabria dove la stragrande maggioranza dei comuni sono carenti sui servizi sociali.

    Il presidente Baldo Esposito ha condiviso l’utilità della proposta e, con il consenso unanime di tutti i componenti della commissione regionale, si è assunto l’impegno di avviare un confronto con il commissario ad acta della sanità Guido Longo e con il dirigente dipartimento regionale Tutela della  Salute Giacomino Brancati”.

    Più informazioni su