Quantcast

Verso le regionali, gli interventi di oggi

La voce dei candidati al Consiglio regionale e allo scranno di Presidente dopo una nuova e intensa giornata di campagna elettorale

Più informazioni su

    Guccione (Pd) alla festa dell’Unità: “La vera riforma della Sanità può arrivare solo con il Pnrr”

    “Quale sanità per la Calabria? Una sanità sicuramente fuori dal commissariamento visto che dopo undici anni non ha prodotto alcun cambiamento. Ogni anno lo Stato trasferisce all’Ufficio del commissario circa tre miliardi e mezzo di euro; in undici i vari commissari che si sono succeduti si sono trovati tra le mani ben 38,5 miliardi di euro. Una cifra enorme ma che non ha cambiato lo stato delle cose.
    La situazione sembra immutata e i responsabili, i dirigenti dell’epoca, coloro che gestiscono gare e procedure delicate sono rimasti al loro posto. Il commissariamento non ha debellato, ‘un collaudato sistema di corruttela’, così come hanno dimostrato anche le inchieste della magistratura in questi anni”. È quanto ha dichiarato il consigliere regionale del Pd Carlo Guccione che questo pomeriggio ha partecipato all’incontro sulla sanità organizzato a Catanzaro Lido per la Festa dell’Unità regionale.
    “La vera riforma della sanità calabrese – conclude Guccione – può arrivare solo con il Pnrr. La sanità territoriale in questi anni è stata completamente azzerata. Migliaia e migliaia di cittadini – dichiara Carlo Guccione – che vivono nelle aree interne potranno ricevere la giusta assistenza sanitaria. Un obiettivo importante sia in termini occupazionali, con l’assunzione di medici a tempo indeterminato, che in termini sanitari, con il potenziamento della medicina territoriale e una maggiore garanzia dei Livelli essenziali di assistenza. L’obiettivo è anche quello di sviluppare un nuovo welfare in grado di integrare le risposte socioassistenziali con quelle sanitarie. Il Piano prevede, inoltre, Ospedali di comunità e Case della comunità (una ogni 20 mila abitanti). In particolare, l’assistenza domiciliare mira a curare a casa oltre il 10 per cento degli over 65, oggi in Calabria siamo al di sotto del 2 per cento”

    Bruni (PD): “L’entusiasmo cresce e sento che ce la possiamo fare”

    Amalia Bruni, candidata per il Centrosinistra alla guida ella Regione stamattina ha passeggiato per le strade della sua Lamezia e ha preso un caffè in un bar su Corso Numistrano insieme a Enrico Letta, segretario nazionale del Partito democratico e Simona Malpezzi, capogruppo del Pd al Senato e Alessandro Alfieri. “Sento grande entusiasmo tra la gente che incontro e nella mia città, Lamezia, ho riscontrato un affetto particolare da parte dei miei concittadini. Voglio ringraziare Enrico Letta e Simona Malpezzi e il Pd nazionale che mi hanno sostenuto con convinzione e grinta, al pari del Movimento 5stelle e degli altri alleati in questa difficilissima competizione elettorale. Vogliamo convincere i calabresi che noi siamo l’unica opportunità di cambiamento per costruire la Nuova Calabria e vogliamo farlo porta a porta, “stanando” quei cittadini che non vanno più a votare perché hanno perso la speranza. Forza, andiamo tutti a votare e vedrete che Spirlì sarà solo un brutto ricordo. Un pensiero particolare va al Procuratore Nicola Gratteri al quale va la mia solidarietà personale e anche tanta riconoscenza per quello che ha fatto. La notizia che le cosche mafiose avevano progettato un attentato contro suo figlio atterrisce ma ci induce a non abbassare mai la guardia. Noi saremo sempre vicine alle Forze dell’Ordine e alla Magistratura, la nostra Regione sarà una casa di vetro e la collaborazione sarà massima in ogni occasione”.

    Tansi su De Magistris: “Fa il Paladino della giustizia, ma…”

    “La coalizione guidata da Amalia Bruni in queste ore si sta ponendo tanti problemi morali per un candidato rinviato a giudizio per un ‘semplice’ abuso d’ufficio, reato in cui, come risaputo, ogni amministrazione può facilmente ricorrere, tant’è vero che il parlamento sta lavorando per depenalizzarlo”. Lo afferma Carlo Tansi che sostiene Amalia Bruni con la sua lista Tesoro Calabria.

    “Tutto ciò non vuole assolutamente giustificare la nostra posizione in merito. Tuttavia non posso accettare la ‘lezioncina’ sull’incandidabilità impartita dal leader di un’altra coalizione capitanata da chi (Luigi De Magistris, ndr) si erge a Paladino della Giustizia e che annovera tra le sue file una persona che tra pochi giorni sarà giudicata per reati ben più gravi che rischia fino a 8 anni di carcere.
    Amalia Bruni ha firmato il nostro Codice Etico e per me questo è già motivo di credere che troverà la giusta soluzione al problema che si è presentato in queste ore”. Conclude Tansi.

    Rubino (Forza Azzurri): “Centrodestra rinnovato, giovani sostengano percorso di cambiamento”

    “Tra pochi giorni i calabresi saranno chiamati ad esprimersi. L’auspicio è che la percentuale di astensione non sia alta come lo è stata in passato e che i giovani, in troppi tristemente costretti a lasciare la regione per inseguire il sogno di una realizzazione professionale, partecipino attivamente dando un contributo alla scelta finale, quale che sia”. Lo afferma Rosy Rubino, candidata per la Circoscrizione Centro.
    “Il centrodestra – ha detto Rubino – con il decisivo input di Roberto Occhiuto, ha compiuto una straordinaria rigenerazione delle liste allestendo un’offerta politica degna di nota ed inserendo tra i competitori molti giovani”.

    Più informazioni su