Quantcast

Elezioni regionali Calabria: Mimmo Lucano unico impresentabile per l’Antimafia

Dopo la condanna in primo grado del Tribunale di Locri, l'ex sindaco di Riace, per gli effetti della legge Severino, sarebbe sospeso di diritto

Più informazioni su

    “Per le regionali in Calabria vi è un solo candidato già noto a tutti, Domenico Lucano, impresentabile che ricade nella fattispecie prevista dall’articolo 8 comma 1 lettera a), della legge Severino. Il candidato se eletto risulterebbe sospeso di diritto, ha infatti riportato una condanna sebbene non definitiva per peculato ed abuso d’ufficio. Unico caso rilevato dalla Commissione per le elezioni regionali calabresi”, dichiara Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia.

    “Per quanto riguarda le elezioni comunali per la città di Cosenza risulta in violazione dell’articolo 1, comma, 1 lettera j) del codice della Commissione antimafia il candidato Gianluca Guarnaccia per la lista Coraggio Cosenza che sostiene il candidato sindaco Francesco Caruso. Il candidato ha due rinvii a giudizio uno per un reato con aggravante mafiosa e l’altra per il reato di associazione di stampo mafioso”.

    E ancora: “Per le elezioni del sindaco di Siderno risulta in violazione dell’art. 11, comma 1, lettera a) della legge Severino, il candidato Domenico Barbieri, per la lista Corriamo Insieme che sostiene il candidato sindaco Antonio Cutugno. Il candidato, se eletto, risulterebbe sospeso di diritto poiché ha riportato una condanna non definitiva a sei mesi di reclusione e 1.032 euro di multa per il reato di coltivazione di stupefacenti”

    Più informazioni su