Quantcast

Abramo Printing, la preoccupazione di Corsi: “Il Consiglio regionale appena eletto dovrà prendere in mano la situazione”

Il consigliere: "Mi chiedo cosa abbia fatto la classe parlamentare catanzarese"

Più informazioni su

    Il consigliere comunale Antonio J. Corsi è intervenuto sulla situazione dell’Abramo Printing: “Nonostante sia nota a tutti da qualche anno, la situazione dell’Abramo Printing ha toccato negli ultimi mesi il fondo e aggravato il dramma di centinaia di famiglie. Per il secondo mese consecutivo l’azienda ha annunciato che non è in grado di pagare gli stipendi, ulteriore aggravio che si aggiunge al fatto che da luglio i dipendenti non percepiscono neanche la cassa integrazione per un’errata e ripetuta, almeno sembra, presentazione della richiesta di CIG”.

    “I lavoratori – si legge nella nota – sono spalle al muro, attraversano da anni mille difficoltà, non hanno davanti a loro  scenari che diano speranza, figurarsi certezze. Chiaramente non posso entrare nel merito di quello che fa l’azienda, ma da consigliere comunale mi auguro che prenda una decisione in tempi rapidissimi visto che avrebbe difficoltà anche a pagare stipendi e fornitori che non possono, ovviamente, resistere senza alcuna forma di reddito proprio come i dipendenti. La situazione dell’Abramo Printing, inoltre, segna in maniera profonda anche la crisi occupazionale che c’è in città e provincia, nelle quali purtroppo si stanno perdendo mese dopo mese centinaia di posti di lavoro. Il Consiglio regionale appena eletto dovrà prendere in mano la situazione, ma più che altro mi chiedo, sul piano politico, cosa abbia fatto la classe parlamentare catanzarese, nella sua interezza, per scongiurare le crisi che ciclicamente hanno colpito il tessuto aziendale del nostro territorio. Società di vigilanza, call center e chi più ne ha più ne metta, hanno chiuso senza che deputati e senatori muovessero un dito”. 

    Più informazioni su