Quantcast

Nel 2019 pari a 67.500 automobili le emissioni di anidride carbonica annue del traffico aero lametino

Lo scalo lametino prima del calo di traffico dovuto alla pandemia era 17° per impatto tra i 26 monitorati in Italia, con 140.000 tonnellate di Co2 prodotte

Più informazioni su

    Nel 2019 le emissioni di anidride carbonica annue legate al traffico aero lametino sarebbero state pari a 67.500 automobili.

    I dati sono riscontrati da Airport Tracker, un progetto creato in collaborazione dalle no-profit internazionali ICCT (International Council on Clean Transportation), ODI (di cui fanno parte i due autori del report, Sam Pickard e Ipek Gençsü) e Transport and Environment, che analizza le emissioni di CO2 generate dagli aerei nei 1.300 principali aeroporti del mondo, pari al 99% del traffico aereo civile globale.

    Lo scalo lametino prima del calo di traffico dovuto alla pandemia era 17° per impatto tra i 26 monitorati in Italia, con 140.000 tonnellate di Co2 prodotte dal traffico passeggeri annualmente (a cui dover aggiungere anche il traffico cargo), avendo però per il 77,2% traffico passeggeri a corto raggio, il 18,5% a medio e solo il 4,3% a lungo (ovvero le tratte oltreoceano, che per Lamezia Terme erano limitate ai voli estivi per il Canada).

    Ogni passeggero avrebbe così avuto un impatto di 88 grammi di anidride carbonica per chilometro percorso, stimando in 1,53 miliardi di km la distanza totale annua percorsa (dato dedotto moltiplicando il numero di passeggeri per volo con la distanza intercorsa tra gli scali serviti).

    Nella stessa zona a breve distanza si trovano poi area industriale, autostrada, stazione ferroviaria, e la costa con chi atterra nella città della piana ad avere la sensazione di avere il mare come solo a poca distanza dal carrello.

    Più informazioni su