Quantcast

Citriniti (Pd): “Si apra un cantiere dove possano spazio i programmi di tutte le forze sociali”

"È necessario un appello a tutte le forze politiche sane della Regione a tutte le organizzazioni sindacali al mondo dell’Università alla società civile alle associazioni"

Più informazioni su

    “È necessario un appello a tutte le forze politiche sane della Regione a tutte le Organizzazioni Sindacali al mondo dell’Università alla Società Civile alle Associazioni, mettiamo in piedi una iniziativa forte tale da mettere in campo le migliori professionalità della nostra Regione. Solo la selezione di una classe dirigente competente, preparata e che ha a cuore le sorti della propria terra può svolgere un ruolo  al pari delle altre Regioni sui tavoli negoziali”. Lo afferma Francesco Citriniti  (PD Catanzaro).

    “E’ quanto sostenevo in un mio  recente intervento sulla stampa a proposito del Commissariamento della Sanita calabrese. Medesimo appello – si legge nella nota – che chiaramente condivido, per le imminenti elezioni amministrative della Città di Catanzaro, ha fatto in questi giorni sulla stampa Aldo Casalinuovo, noto avvocato della città il cui nome è apparso tra i candidati a Sindaco per la coalizione del centro sinistra. La crisi che attraversa i partiti ormai da un ventennio, dal punto di vista organizzativo, della selezione della classe dirigente, della rappresentanza, della democrazia interna ha prodotto effetti devastanti. Una crisi che ha quasi completamente svuotato la mission dei partiti, che ha creato una distanza abissale tra i cittadini e le istituzioni tutte, che ha creato una frattura tra i partiti ed il mondo delle professionalità, delle competenze, ciò ha generato una classe dirigente, per la maggior parte, improvvisata, non all’altezza dell’importanza dei compiti affidati poco legata al territorio”.

    “In Calabria – si continua nella nota – questo vuoto è stato accentuato dalla ripresa dell’emigrazione, che nell’ultimo decennio ha riguardato e riguarda le nostre migliori risorse i giovani laureati, la cosiddetta “emigrazione intellettuale”, quelle risorse dunque che dovrebbero rappresentare l’investimento per il riscatto della nostra terra e che invece una volta formati sono costretti ad andare   via per lavoro. La citta di Catanzaro capoluogo di Regione ha subito più che mai questo processo di indebolimento dei partiti e della classe dirigente, Catanzaro ha perso di fatto il ruolo di centro direzionale politico, prova ne è il risultato delle ultime elezioni regionali che esprime un solo consigliere per giunta in quota Lega…Un risultato di una tristezza infinita, che nulla di buono fa intravedere. A proposito bene ha fatto Giusy Iemma a far notare, in una nota stampa di oggi, l’esclusione, degli esponenti dell’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio dal confronto regionale convocato dal Presidente della Giunta e dal Presidente del Consiglio sull’integrazione tra l’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Materdomini. Non si capisce davvero come una operazione così complessa e complicata possa iniziare già monca già viziata, solo una debolezza della politica locale può determinare simili iniziative”.

    “Ora non ci sono dubbi, dal mio punto di vista, che per  poter  risollevare  le sorti della citta della citta capoluogo due sono le condizioni necessarie ed indispensabili: un Sindaco autorevole, persona di prestigio e competenza  riconosciute  che  dia di se immagine di   affidabilità e sappia  aggregare anche oltre le forze politiche; la messa a disposizione delle  migliori risorse della città  per un “nuovo progetto per la città capoluogo””.

    “E’ necessario – conclude la nota –  dunque avviare da subito  un percorso,  che  partendo dall’ottimo lavoro fatto dal Coordinamento cittadino del PD, che ha saputo mettere insieme tutte le forze del centro sinistra ed al quale va riconosciuto  ruolo, porti  ad un cantiere aperto dove possano  trovare voce e spazio i programmi e le idee di tutte le forze sociali politiche professionali imprenditoriali che hanno a cuore le sorti della città. Questo processo di apertura porterà sicuramente forze fresche e competenti alla guida dell’amministrazione comunale e sarà nuova linfa per i partiti.

    Più informazioni su