Quantcast

Relazione Corte dei Conti, Occhiuto: “L’azienda unica della Sanità per il rilancio”

"Piu' utile costruire un unico cervello, che accentrasse tutta la capacita' amministrative e che potesse svolgere"

Più informazioni su

    “L’azienda unica nella sanita’ non e’ una novita’ perche’ esiste gia’ in altre Regioni. Ho voluto farla anche in Calabria perche’ in Calabria nelle aziende sanitarie c’e’ una capacita’ amministrativa non sempre adeguata a svolgere le funzioni che dovrebbero svolgere”.

    Occhiuto Corte dei Conti

    Lo ha detto il presidente della Regione Calabria e commissario della sanita’, Roberto Occhiuto, parlando con i giornalisti a Catanzaro, a margine del giudizio di parifica della Corte dei Conti, con riferimento al progetto di creare un’azienda unica di gestione della sanita’.

    “Ho ritenuto – ha quindi aggiunto Occhiuto – che fosse piu’ utile allora costruire un unico cervello, che accentrasse tutta la capacita’ amministrative e che potesse svolgere, per conto di tutte le aziende sanitarie, le funzioni che altrimenti le aziende non riescono a svolgere. Anche questo – ha affermato – va nella direzione di riorganizzare e rendere piu’ efficiente il sistema sanitario.

    Per migliorare la qualita’ delle prestazioni sanitarie, bisogna poi migliorare l’organizzazione della sanita’, che in questi anni – ha proseguito il presidente della Regione e commissario – non e’ stata governata, le aziende hanno fatto quello che volevano, perche’ e’ mancato il collegamento, e’ mancato il controllo di gestione. Non dev’essere piu’ cosi'”. Occhiuto ha poi precisato: “Non c’e’ una riduzione del numero delle aziende, c’e’ la costituzione di questa azienda che di fatto sara’ una sorta di agenzia. Certo, le aziende sanitarie faranno meno di quello che hanno fatto finora dal punto di vista amministrativo, ma – ha concluso – non mi sembra che abbiano brillato per capacita’ amministrativa”.

    In alto il video con le dichiarazioni del governatore Occhiuto in Corte dei Conti.

    Più informazioni su