Quantcast

Fazio (Venti da Sud): “Il mio impegno per dare voce ai territori soprattutto i più periferici”

"Un ringraziamento sentito che si estende a tutti gli amministratori che mi hanno dimostrato fiducia con il proprio voto, a partire da quelli di Catanzaro e Lamezia, e nel resto del territorio provinciale"

Più informazioni su

    “Per me è davvero una grande emozione tornare a Palazzo di Vetro da consigliere provinciale, dopo aver maturato in questi ultimi anni una importante esperienza politica e umana da sindaco di Feroleto Antico. E’, grazie alla candidatura e all’elezione nella lista di “Venti da Sud” che torno tra questi banchi che mi hanno visto giovanissimo amministratore provinciale nel 2008. Lo slancio civico che mi ha appassionato e fatto crescere muovendo i primi passi allora, quando le Province erano un ente intermedio solido e ricco di funzioni, è lo stesso che mi ha spinto a rimettermi in gioco per tornare al servizio dell’istituzione con l’ulteriore consapevolezza di voler dare il mio contributo alla crescita di questo nostro territorio”. E’ quanto afferma il consigliere provinciale di Catanzaro, Pietro Fazio (Venti da Sud).

    “Devo questo rinnovato entusiasmo e questa voglia di fare al coinvolgimento in un progetto credibile e articolato come quello messo in campo dal consigliere regionale Antonio Montuoro che ringrazio per avermi coinvolto – ha detto ancora Fazio -. Un ringraziamento sentito che si estende a tutti gli amministratori che mi hanno dimostrato fiducia con il proprio voto, a partire da quelli di Catanzaro e Lamezia, e nel resto del territorio provinciale. Il nostro impegno prioritario è quello di dare voce ai territori, soprattutto ai comuni più piccoli e periferici che trovano nella Provincia un interlocutore stabile e risolutivo nelle problematiche più urgenti, a partire dalla pulizia e alla sicurezza delle arterie che collegano l’entroterra con i centri principali. Un progetto politico, quello di “Venti da Sud” che saprà crescere nell’interesse dell’area centrale della Calabria mettendo a disposizione degli Enti locali una classe dirigente preparata e competente, guardando al futuro con maggiore fiducia nella vicinanza delle istituzioni alla collettività”.

    Più informazioni su