Quantcast

Inaugurazione dell’anno giudiziario, Casalinuovo: “Nessuna deminutio per Catanzaro”

"Credo sia opportuno evitare forme piuttosto sterili di campanilismo populista"

Più informazioni su

    Anche l’avvocato Aldo Casalinuovo, in corsa per la guida della città, è intervenuto in merito al dibattito sull’inaugurazione dell’anno giudiziario: “L’inaugurazione dell’anno giudiziario 2022, come opportunamente sottolineato in una nota del Coa di Catanzaro, si terrà anche quest’anno presso l’aula bunker di Lamezia Terme per le inderogabili ragioni cautelative e prudenziali legate all’emergenza sanitaria in atto”.

    “Si tratta di una opportuna ed anzi obbligata scelta dei vertici giudiziari – continua la nota  determinata dalla necessità di avere spazi sufficienti – in ossequio alle note misure di sicurezza anticovid e atteso il previsto afflusso di persone – non disponibili presso l’Aula Magna del Palazzo della Corte di Appello di piazza Falcone e Borsellino, sede usuale, com’è noto, dell’inaugurazione in tempi prepandemici. Nessuna deminutio per Catanzaro, dunque, ma soltanto una contingente e responsabile decisione determinata dalla preoccupante situazione attuale del contagio. Peraltro, la nuova ala del Palazzo di Giustizia “Francesco Ferlaino”, già da molti mesi al servizio di magistrati, avvocati e pubblico, vede da tempo operative tutte le aule di udienza in essa previste, ma nessuna di queste minimamente adatta, sotto il profilo logistico, ad ospitare il consesso in calendario per il prossimo 22 gennaio. Credo sia opportuno evitare forme piuttosto sterili di campanilismo populista, non suffragate, peraltro, da una corretta conoscenza delle situazioni materiali cui si fa riferimento.

    Più informazioni su