Quantcast

Chiusura del Centro Riabilitativo di Squillace, Area Centro: “Decisione paradossale”

Per il Movimento "è veramente paradossale che si chiudano strutture che hanno ben operato sui territori quando ovunque si cerca di fare il contrario"

Più informazioni su

    L’Area Civica De Magistris Presidente (movimento civico che fa capo a Luigi De Magistris), interviene sulla chiusura del Centro Riabilitativo di Squillace.
    Proprio oggi, il Consigliere Regionale Antonio Lo Schiavo depositerà una mozione in Consiglio Regionale per impegnare il Presidente e la Giunta Regionale affinché si attivino e facciano tutto il necessario per scongiurare e revocare la chiusura del Centro Riabilitativo.
    “Una decisione – si legge nella nota stampa – assunta dall’ASP di Catanzaro e contro la quale si sono schierate tutte le forze politiche, senza distinzione di colore alcuno”.

    “Non possiamo – sottolinea Area Civica De Magistris Presidente – non rimarcare l’essenzialità e importanza del servizio sanitario territoriale offerto dalla struttura riabilitativa che rappresenta un importantissimo presidio per molti Comuni del comprensorio.
    Una struttura di proprietà del Comune di Squillace e concessa dalla locale Amministrazione Comunale di Squi in uso gratuito alla ASP, che pertanto non deve neppure sobbarcarsi i costi di locazione.
    Per di più, la struttura Squillacese è stata di recente sottoposta a controllo da parte dell’Ufficio Tecnico comunale che ne ha constatato e certificato la perfetta idoneità tecnica-statica e funzionale.
    Sembrerebbe che la chiusura sia stata determinata da una carenza di personale.
    Una motivazione che ci lascia increduli, stante le infinite graduatorie e le migliaia di infermieri specializzati e medici calabresi in attesa di una chiamata al lavoro”.

    Per il Movimento “è veramente paradossale che nel mentre si concorda universalmente sulla necessità di organizzare e strutturare un servizio sanitario decentrato e di prossimità, si chiudano strutture che hanno ben operato sui territori.
    Non va sottaciuto il metodo, assolutamente non condivisibile, dell’ASP di Catanzaro che, ancora una volta, ha adottato una decisione senza consultare i Sindaci del comprensorio.
    A loro ci rivolgiamo, innanzitutto, affinché facciano, ancora una volta, fronte comune adottando atti amministrativi concreti e sollecitando le Comunità di riferimento in difesa dei servizi essenziali del territorio.
    Sarà nostra premura inviare ai Sindaci del comprensorio il testo della mozione presentata dall’on. Antonio Lo Schiavo e chiedere loro di convocare con urgenza i Consigli Comunali per adottare, unitamente alle Giunte Comunali, tutti i provvedimenti necessari per scongiurare la chiusura del Centro Riabilitativo di Squillace”.

    Più informazioni su