Quantcast

Mancuso a Crotone. Incontro con il presidente della Provincia e sindaci del territorio

Più informazioni su

“Servirebbe un tavolo istituzionale per ogni problema di Crotone che mi avete elencato”. Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso incontrando, nella sala Borsellino della Provincia, i sindaci del territorio su iniziativa del presidente dell’ente intermedio, Sergio Ferrari, per aprire un confronto su temi come infrastrutture e trasporti, sanità e gestione dei rifiuti. “Sgombro il campo da ogni dubbio – ha detto Mancuso – io sono di origine crotonese e conosco il territorio”.

In materia di sanità e facendo riferimento alle richieste giunte dal presidente Ferrari (che è anche sindaco di Cirò Marina), per l’emodinamica e la medicina del territorio il presidente del Consiglio regionale ha sottolineato che “dopo 13 anni di commissariamento guidato da non calabresi, lo stato dell’arte nella sanità è sotto gli occhi di tutti. In 5 mesi di governo regionale non si possono risolvere di un botto i problemi, ma sono stati individuati. In tutta la Calabria è necessario e prioritario intervenire sulla medicina territoriale per limitare i flussi nei pronto soccorso. Il nostro problema è la burocrazia e dobbiamo dotare uffici di burocrati che riescano a snellire pratiche senza timori di mettere firme. Occhiuto è pragmatico e, anche se non facile, io sono fiducioso. Per l’emodinamica a Crotone servirebbe un investimento in cardiochirurgia ma penso che il problema sollevato sia importante e bisognerà prenderne atto anche se è difficile una soluzione a breve periodo”.

Riguardo alla vicenda aeroporto, Mancuso si è soffermato sulla richiesta della Provincia di Crotone di entrare come socio in Sacal. “Ci sono difficoltà per gli enti locali – ha detto – a sottoscrivere quote di società partecipate perché serve che gli uffici attestino la necessità dell’investimento e l’interesse diretto per i cittadini, Potrebbero farlo i comuni come Crotone ad esempio più che la Provincia”. Il presidente del Consiglio regionale si è poi detto d’accordo, in ambito di gestione rifiuti, con la proposta del governatore Roberto Occhiuto, di costituire un unico ambito. “Gli Ato provinciali – ha sostenuto – non sono una soluzione ottimale e per questo il presidente Occhiuto ha proposto un’autorità unica per ambiente e idrico dove cambierà governance. Una unica Ato per Calabria scarica comuni dall’onere di riscossione dei tributi”.

In conclusione il presidente Mancuso ha invitato i sindaci presenti “ad avere un finestra aperta con me attraverso il presidente Ferrari ma potete contattarmi direttamente. Questo è un inizio di sinergia per dare benefici a cittadini”. (ANSA).

Più informazioni su