Quantcast

Candidato Fiorita al Comitato: “Riapertura stazione Sala sarà il mio primo impegno di Sindaco”

Soddisfazione per l’incontro promosso dal Movimento Catanzaro Bene Comune

Più informazioni su

    Il 4 Aprile si è svolto l’incontro, promosso dal Movimento “Catanzaro Bene Comune”, tra il candidato a sindaco prof. Nicola Fiorita e i rappresentanti delle Associazioni e dei 2700 iscritti al gruppo Facebook che si stanno adoperando per il recupero della Stazione ex FS di Catanzaro Sala e la riattivazione della linea ferroviaria in modo da ripristinare i collegamenti a lunga percorrenza.

    Dopo i saluti di benvenuto portati da Stefania Frustaci, presidente del Movimento, i lavori sono stati introdotti dal delegato ing. Ruga che, anche in questa occasione, ha puntualizzato che la città di Catanzaro non può più essere lasciata priva di una adeguata e moderna stazione ferroviaria, specificando che tali infrastrutture oggi sono pensate come centri e luoghi di aggregazione e non più come semplici aree di arrivo e di partenza.

    E’ per queste motivazioni che il recupero della Stazione di Sala avrebbe un impatto positivo non solo su uno dei più vasti quartieri cittadini, purtroppo rimasto sin dal 2008 escluso da ogni eventuale nuova progettualità e disseminato di opere pubbliche iniziate e non completate e anche finanziate e non cantierizzate, ma anche e soprattutto sulla città e su tutto il suo hinterland. Il recupero della Stazione diventerà, allora, il volano per lo sviluppo insediativo, commerciale e produttivo dell’intera area urbana che gravita nella vallata della Fiumarella.

    Sulla base di tali considerazioni, il delegato Ruga ha sollecitato il candidato Sindaco prof. Fiorita a voler promuovere l’approntamento di uno studio di fattibilità al fine di stabilire i costi ed i benefici del recupero, tenendo presenti non solo i dati di carattere economico sulla redditività dell’investimento, ma anche quelli, non indifferenti, dell’alto valore sociale che sarebbe capace di dispiegare una infrastruttura che collegherà Catanzaro, capoluogo della regione Calabria, con il resto del paese in maniera stabile, duratura, efficace ed efficiente.

    Il prof. Fiorita ha esordito dicendo che approva sostanzialmente tutto quando esposto dal delegato, anzi ha ribadito che nel suo programma sono previste alcune idee, anche riferite alla Stazione di Sala, che riguardano il recupero o variazioni delle opere da completare o sospese che la chiusura della infrastruttura ferroviaria ha reso incongruenti ed inutili, non avendo più alcun motivo di esistere, come la passerella meccanizzata e le scale ettometriche di rione Samà verso il Gazometro. Così come altre ipotesi progettuali guardano anche al recupero dell’intera area dell’Italcementi che si integrerebbe con lo sviluppo del rione e di tutta la città.

    Il movimento “Catanzaro Bene Comune” esprime soddisfazione per le parole pronunciate dal candidato Fiorita al quale augura ogni fortuna e, sicuro che le parole troveranno concretezza quanto prima, riporta di seguito, col solo auspicio che si possa avverare, la dichiarazione con la quale il prof. Fiorita ha inteso concludere l’incontro, ma non certo i contatti con il Comitato e il Gruppo Facebook pro Sala: “Prometto che la prima cosa che farò da Sindaco di Catanzaro sarà di impegnarmi per il recupero della Stazione RFI di Sala; anzi, farò di più. Assieme all’ing. Ruga del Comitato per il recupero della Stazione andremo a Roma, al Ministero, per avviare le interlocuzioni necessarie per ridare alla città di Catanzaro ciò che le è stato ingiustamente tolto. E anche per riparare a questa assurda criticità che è stata creata da chi, adesso, si propone di essere eletto al Consiglio comunale”.

    Più informazioni su