Quantcast

Sellia, polemica con la Regione per Spighe verdi

Zicchinella: "Vorrei informare che oltre ai 15 comuni bandiera blu, in Calabria ce ne sono altri 6 che detengono la Bandiera delle Spighe Verdi"

Più informazioni su

    È diatriba improvvisa tra Comune di Sellia e la Regione Calabria, in particolare tra amministratori selliesi e l’ Assessorato regionale al turismo. Motivo: la Regione ha deciso di aiutare i paesi insigniti della Bandiera blu senza spendere una parola per le comunità con le Spighe Verdi, analogo riconoscimento per contesti in prima linea contro inquinamento. Si legge in una virulenta invettiva a firma del primo cittadino selliese Davide Zicchinella: “Ho letto ieri – argomenta ex consigliere provinciale- una nota a firma dell’Assessore Regionale al Turismo Fausto Orsomarso con la quale si annuncia lo stanziamento di 450 mila euro a favore dei 15 comuni calabresi che lo scorso anno sono stati insigniti del riconoscimento della Bandiera Blu, importante riconoscimento attribuito da FEE Italia (Foundation for Environmental Education) che premia i comuni costieri italiani più attivi sul tema della tutela e valorizzazione dell’ambiente. Per questo sarà attribuito a ciascuno di loro 30 mila euro.

    Vorrei informare il nostro Assessore che oltre ai 15 comuni detentrice della bandiera blu, i Calabria ce ne sono altri 6 che detengono la Bandiera delle Spighe Verdi, analogo riconoscimento nazionale promosso sempre da FEE Italia, che premia i comuni virtuosi in tema di tutela e valorizzazione dell’ambiente ma che invece di essere sul mare si trovano nell’entroterra. Per ottenere questo altrettanto prestigioso riconoscimento nazionale si deve superare una selezione analoga a quella dei comuni Bandiera Blu. Sellia è fra questi comuni dal 2020 insieme quest’anno a Belcastro, sempre in provincia di Catanzaro; Trebisacce, Rosero Capo Spilico, Montegiordano e Santa Maria del Cedro in provincia di Cosenza.

    spighe verdi

    Non trovo giusto che questi ultimi comuni hanno abbiano da parte della Regione alcuna considerazione! Abbiano superato la stessa selezione sotto l’egida della stessa Associazione. Credo si solo una svista. Spero che da parte dell’assessorato regionale al turismo guidato dell’attivo Orsomarso si voglia presto sanare tale evidente ingiustizia.” Stamattina stessa una nota ufficiale di protesta verrà trasmessa agli uffici preposti della Cittadella regionale con preghiera di partecipare ai responsabili dell’ Assessorato al turismo.

    Più informazioni su