Quantcast

Magisano, il bilancio dell’ex Sindaco che non si ricandida

Fiore Tozzo da ex primo cittadino: "Abbiamo operato su bene comune"

Più informazioni su

    La centrale piazza Vittorio Emanuele ha fatto da cornice ha un vivace scambio dialettico nell’agone politico di Magisano.
    Ad animare, nei giorni scorsi, il confronto pubblico, dopo inatteso scioglimento del consiglio e prima delle nuove elezioni, due impegnati cittadini che conoscono da vicino il funzionamento della cosa pubblica magisanese: l’ex primo cittadino Fiore Tozzo e l’ex vice sindaco Concetta Costantino. Hanno fatto dietrologia tutt’ e due gli ex amministratori e l’hanno fatto senza ombra di retorica.

    Fiore Tozzo ha annunciato che “non si ricandiderà più nelle prossime amministrative di Giugno”, assicurando che “si è operato dal Giugno 2018 al Febbraio 2022 sempre per il bene comune e mai per interessi di parte.” Ha asserito il giovane amministratore di Magisano nella sua lunga disamina: “ Siamo qui in questa attesa assemblea per dire cosa abbiamo fatto in quattro anni e per ringraziare tutti i cittadini per la fiducia riposta. Siamo qui per chiudere una parentesi come atto dovuto, gesto di etica e di trasparenza. Non abbiamo ereditato una situazione idilliaca nella gestione della cosa pubblica e subito ci siamo mossi per risanare i conti e migliorare i servizi e attrarre finanziamenti. L’elenco dei contributi ottenuti e/o in via di acquisizione è lungo: dalla rete fognante alla strada della circonvallazione, dai 700mila euro per dissesto idrogeologico all’efficientamento della scuola primaria, passando per laghetto ed ex Municipio. Di cose ne abbiamo fatte e altre erano in agenda come la metanizzazione delle frazioni. Faremo un opuscolo spiegando, nero su bianco, quello che abbiamo fatto.”

    Sui motivi dello scioglimento non usa perifrasi il leader della colazione “Paese nel cuore”: “ Le dimissioni dei consiglieri nel febbraio scorso – chiosa Tozzo- non hanno nulla di politico. Abbiamo agito mettendo sempre Magisano al centro del nostro agire politico: dobbiamo purtroppo constatare che è stata una linea non condivisa da tutti.”
    Concetta Costantino, pro sindaco per pochi giorni e sempre in prima linea a prescindere da ruoli e cariche, ha proferito parola per asserire che “la missione è stata quella di operare in silenzio e senza proclami per ridurre i disagi per i cittadini.”
    Ancora due mesi e Magisano è chiamata alle urne per indicare i nuovi amministratori della cosa pubblica: tante le indiscrezioni, ma tanti ancora i dubbi da fugare.

    Più informazioni su