Quantcast

Spirlì: vaccini sprecati in Calabria? E’ falso, basta gogna

Il governatore facente funzioni risponde a un intervento del virologo Burioni che si riferiva a Crotone

Più informazioni su

    “La Calabria non è terra di conquista, né terreno fertile per polemiche pre-elettorali. L’emergenza che colpisce non solo questa regione, ma tutta l’Italia, l’Europa e il mondo, dovrebbe insegnare ai polemici a pagamento che questo è il momento della solidarietà e dell’aiuto reciproco. E non delle pagelle né, tanto meno, delle bocciature a settembre”.

    Lo afferma il presidente ff della Regione Calabria Nino Spirlì, facendo riferimento, è scritto in una nota, a “recenti dichiarazioni del virologo Roberto Burioni sul presunto spreco dei vaccini anti-Covid nell’Asp di Crotone”. “Qui – aggiunge Spirlì – non si sta giocando, si sta lavorando malgrado una sanità indebolita da decenni di ladrocinio e da un commissariamento inutile, che ha ingigantito i problemi. Il lavoro quotidiano e continuo del commissario Longo, dei commissari di Asp e aziende ospedaliere e del sottoscritto non merita questa gogna costante.

    È venuto il momento di smetterla con questo giornalismo di finto assalto, che segue solo e semplicemente la scia di una finta informazione, priva di contenuto. Sarebbe bene usare telecamere e microfoni anche dove la gente si spacca la schiena per lavorare. La grande professionalità dei nostri sanitari, l’attenzione che ci stiamo mettendo come istituzioni, la faccia che ci mettiamo come cittadini calabresi non meritano queste sberle continue. Questo è il tempo del silenzio e del lavoro ‘capa sotto e pancia a terra’”.

    Più informazioni su