Quantcast

Sanità Calabria, il commissario Longo boccia anche il bilancio esercizio Asp 2019

Perdite per 32milioni di euro, inferiore a quanto riportato nel documento dell'anno precedente (a sua volta respinto) a fronte però del pareggio di bilancio di previsione. Diversi rilievi del collegio sindacale

Più informazioni su

    Il Commissario ad acta per il rientro del debito della Sanità in Calabria Guido Longo con Dca numero 86, firmato anche dai subcommissari Ametta e Pellicanò ha decretato la non approvazione con rilievi del bilancio d’esercizio 2019 dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro.

    Si tratta dell’ennesima bocciatura da parte del commissario di documenti contabili di aziende sanitarie e ospedaliere calabresi.

    Erano infatti già  stati respinto i bilanci anche dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro 2018 e 2019) e dell’azienda ospedaliera universitaria “Mater Domini” di Catanzaro (2018) dell Asp di Reggio Calabria 2019), all’Asp di Crotone 2018 e 2019 e di quella di Vibo Valentia (2018 e 2019) e Asp Catanzaro 2018.

    Nel bilancio 2019 dell’azienda sanitaria Provinciale di via Cortese secondo quanto riportato dal decreto si evince tra l’altro che
    “Il risultato d’esercizio di cui alla deliberazione n. 577/2020 è rappresentato da una perdita pari ad euro 32.168.449,19, in misura inferiore rispetto all’anno precedente (anno 2018= euro 56.161.334,14), a fronte del pareggio del bilancio di previsione di cui alla deliberazione del 30 ottobre 2018, n. 1145. Il risultato coincide con quello esposto nel modello CE (euro – 32.168.449,19) presente sulla base informativa NSIS”.

    “La perdita d’esercizio, rapportata alle risorse assegnate, evidenzia la mancata coerenza con gli obiettivi dell’equilibrio economico finanziario, sanciti dall’art. 6 p. 2 dell’Intesa Stato-Regioni del 23 marzo 2005″.

    Il Commissario chiede che “l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro provveda, entro trenta giorni dalla data di notifica del presente atto, a:
    Aggiornare i dati relativi alle voci di costo, e voler chiarire e superare i rilievi e le osservazioni mossi dal Collegio Sindacale”.

    Più informazioni su