Quantcast

Sanità Calabria Covid, Occhiuto: “Si lavora per terapie intensive ma ora accelerare vaccinazioni”

Il governatore prima della riunione con i vertici sanitari: "Non possiamo permetterci troppa pressione sul sistema sanitario"

Più informazioni su

    “Il numero di terapie intensive e dei posti letto Covid presenti sul territorio calabrese non ci consente di essere tranquilli senza una accelerazione della campagna di vaccinazione”. Così il governatore e commissario della Sanità Roberto Occhiuto rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della riunione convocata questa mattina co i vertici della sanità calabrese”

    Generico novembre 2021

    “Oggi saremo in collegamento con il subcommissario Bartoletti – ha detto – con cui stiamo già lavorando per aumentare le rianimazioni ma saranno disponibili tra qualche mese per ora dobbiamo puntare sulla conclusione del primo ciclo di vaccinazione ma anche sul richiamo sulla terza dose. Dirò ai commissari delle Asp che uno degli elementi che peserà in maniera decisiva nella valutazione del loro lavoro sarà proprio che il risultato è che otterranno per fare in modo che i calabresi si vaccinano quanto più possibile anche con unità mobili, perché non possiamo permetterci troppa pressione sul sistema sanitario ”.

    Tornando sulla questione terapie intensive Occhiuto ha sottolineato che di aver “parlato col generale Figliuolo anche su questo ci sarà un impegno importante la parte della struttura commissariale, sono preoccupato del fatto che l’aumento del ricoveri possa risultare insostenibile”.

    Occhiuto ha anche affrontato altri temi quali la vertenza tirocinanti. In alto il video completo con le sue dichiarazioni.

    Più informazioni su