Quantcast

Sanità Calabria, Mauro: “Prenotazioni a settembre 2023, occupiamoci di questo”

Il presidente della Ponte Morandi: "Cosa dovrà accadere prima che la politica si occupi di chi ha serie patologie e mette a rischio la propria vita?"

Più informazioni su

    “In questi giorni stiamo assistendo al dibattito politico che si occupa in particolar modo sulla imminente scadenza elettorale del sindaco della città capoluogo, nonché sulla fusione tra l’azienda ospedaliera ‘Pugliese/Ciaccio’ e il policlinico ‘Mater Domini’” lo scrive in una nota Elio Mauro per l’associazione culturale “il Ponte Morandi”.
    “Mi voglio soffermare su quest’ultima – sottolinea Mauro -, alla quale trovo più che giusto che la politica si occupi del futuro dei servizi per tentare di renderli migliori, ma ciò che detesto è che la stessa politica faccia finta di non vedere, non sentire e non sapere sulla pessima e attuale situazione della sanità calabrese che sta penalizzando i cittadini bisognosi di importanti cure, che non hanno possibilità economica per poter accedere ad uno studio privato, in particolar modo ora che il presidente della regione Calabria ha preteso e ottenuto il commissariamento”.

    Secondo Elio Mauro “il presidente Occhiuto e tutto il governo regionale dovrebbero spiegare ai cittadini del perché, ancora oggi, per poter prenotare una visita medica in una struttura pubblica occorrono mesi e mesi, a volte anche più di un anno? Cito uno dei recentissimi episodi accaduto circa un mese fa ad un calabrese operato di cuore al policlinico di Germaneto, intervento riuscito perfetto con raccomandazione del cardiologo che lo ha operato di farsi rivedere nel mese di gennaio 2023.

    Il paziente si fa fare nell’immediato l’impegnativa dal suo medico curante per poter prenotare in anticipo il mese suggeritogli dal cardiologo, visti i lunghi tempi di attesa, telefona al CUP nel mese di aprile (ben dieci mesi prima) per potersi garantire la visita entro la data consigliata. Il paziente i conti se li era fatti male, in quanto l’operatore del CUP gli comunicava che la prima data disponibile era nel mese di settembre 2023! Cosa dovrà accadere ancora, prima che la politica si occupi di chi ha serie patologie e mette a rischio la propria vita?”

    Più informazioni su