Quantcast

Il Liceo Scientifico Galileo Galilei migliore in Calabria per indice Fga nella ricerca di Eduscopio – Fondazione Agnelli

Due i parametri considerati nello studio: il tempo impiegato dagli studenti nel superare gli esami universitari (velocità negli studi) e la media dei voti conseguiti (profitto degli studi)

Più informazioni su

    Il Liceo Scientifico Galileo Galilei di Lamezia Terme svetta la classifica delle scuole calabresi, e con un indice FGA di 82,33 e 74,61 per i due indirizzi proposti (ordinamento e scienze applicate), va ad occupare la prima posizione in Calabria, superando tutte le altre scuole. Che sia la migliore scuola della Regione, per l’anno 2021/2022, lo sostiene l’ultima ricerca di Eduscopio – Fondazione Agnelli, che, come ogni anno, prendendo in considerazione il successo universitario degli immatricolati nei diversi atenei, ha stilato una graduatoria delle scuole che meglio preparano al futuro.

    In ricerca, la fondazione ha considerato gli immatricolati degli anni accademici 2016/2017, 2017/2018 e 2018/19, per un totale di 752.118 studenti. Due i parametri considerati nello studio: il tempo impiegato dagli studenti nel superare gli esami universitari (velocità negli studi) e la media dei voti conseguiti (profitto degli studi). Tutti aspetti cruciali del successo universitario, che vengono sintetizzati con un indicatore sintetico: l’Indice FGA.

    L’Indice FGA, rendendo comparabili le performance universitarie degli studenti, permette di ricondurre alla qualità delle scuole in cui hanno conseguito il diploma. Sul podio, rispettivamente in seconda e in terza posizione il Liceo classico di Belvedere Marittimo con indice FGA di 76,06 e il Liceo Scientifico Machiavelli di Soriano 74,20.

    Pienamente Soddisfatta si dice la Dirigente del Liceo Lametino, Teresa Goffredo: «Questo riconoscimento è una grande soddisfazione, perché viene premiato il lavoro svolto quotidianamente nelle aule didattiche e si vedono i frutti dell’impegno di docenti e studenti. Il nostro è un liceo eclettico che si apre al territorio, in cui si cerca di non trascurare nessuna area, nessun aspetto e tematica. Una scuola – aggiunge – che è entrata in sinergia con il territorio e con i tempi, aspetto molto importante per gli alunni che sono nativi digitali e che, quindi, necessitano di un processo nuovo di conoscenze e di competenze».

    L’Istituto dedica molto spazio non solo alle discipline scolastiche canonicamente intese, ma anche a molte altre esperienze formative, non ultime quelle legate allo sport: verrà infatti inaugurato a breve il campo di padel della scuola e tra i vari sport praticati anche la carambola da tavolo, insegnata mettendo in gioco geometria e fisica, e il ping pong. Si aggiungono inoltre all’offerta formativa varie iniziative di diritto e legalità. Un impegno, premiato dalle numerose  iscrizioni, aumentate in quattro anni del trenta per cento.”

    Più informazioni su