Quantcast

Gli studenti di Catanzaro scrivono ad Abramo: ‘Si rimandi apertura delle scuole, non ci sentiamo sicuri’

La lettera pubblica dei rappresentanti di istituto del Liceo Scientifico Siciliani, Liceo Scientifico Fermi, Itas Chimirri, Istituto d'istruzione superiore De Nobili, Ite  Grimaldi-Pacioli.

Più informazioni su

    Riceviamo e pubblichiamo a seguire la lettera pubblica rivolta al sindaco di Catanzaro Sergio Abramo da parte dei rappresentanti degli studenti di alcuni istituti scolastici superiori cittadini*

    Egregio Sindaco,

    Le scrivo a nome dei rappresentanti degli istituti superiori di secondo grado catanzaresi.

    Viste le ultime disposizioni comunicateci in merito alla riapertura delle scuole in presenza;
    Considerato l’aumento di contagi in continua evoluzione (l’attuale curva pandemica e tutti i contagi non registrati)

    Considerato il rinvio dell’apertura delle scuole da giorno 7 a giorno 10 gennaio;

    Abbiamo constatato quanto segue: nonostante la nostra città non sia al momento considerata ad alto rischio, chiudere le scuole nei giorni 7 e 8 gennaio non darà grandi riscontri se questa misura non sarà resa continuativa nel tempo.

    Visto e considerato quanto precedentemente affermato, chiediamo che:

    Vengano quantomeno rivalutate le scelte attuate riguardo la riapertura prevista per giorno 10 gennaio e conseguentemente che venga sospesa l’attività in presenza, attivando la Ddi.

    La rappresentanza catanzarese, ritiene questa misura necessaria per dare continuità a quelle precedentemente attuate, per garantire l’aumento delle vaccinazioni e per salvaguardare l’incolumità di studenti e famiglie.

    Nel ringraziarla in anticipo per la disponibilità e nella speranza che la nostra voce venga ascoltata.

    *i rappresentanti di istituto del Liceo Scientifico Siciliani, Liceo Scientifico Fermi, Itas Chimirri, Istituto d’istruzione superiore De Nobili, Ite  Grimaldi-Pacioli.

    Più informazioni su