Monitoraggio sul presunto caso di Coronavirus a Cetraro, passeggeri dell’autobus in autoisolamento

Si attendono ancora i risultati sui test effettuati dal 69enne

Più informazioni su

Mentre ancora si attendono dall’Istituto superiore di sanità i risultati degli esami sul 69enne di Cetraro, per sospetto caso di infezione da coronavirus, si apprende che 19 persone (17 passeggeri e 2 autisti) che viaggiavano domenica sera sul bus insieme con il pensionato di ritorno in Calabria da Castelnuovo Bocca d’Adda, un paese del Lodigiano, sono stati tutti rintracciati e posti in autoisolamento.
Come si ricorderà il 69enne, paziente dializzato e trapiantato, con la moglie ha utilizzato, per tornare nel suo paese, un autobus a lunga percorrenza.

In maniera preventiva, date le condizioni dell’uomo, la coppia prima di mettersi in viaggio ha contattato l’ospedale di Cetraro per avere rassicurazioni circa la necessità di effettuare, a giorni alterni, la dialisi sul sessantanovenne.
Arrivati a Cetraro, secondo le disposizioni nazionali, i coniugi si sono messi in auto-quarantena in casa. Immediata è partita la segnalazione all’apposito comitato per l’emergenza costituito in Prefettura a Cosenza e giovedì è stato eseguito l’esame con il tampone da parte dell’Unità operativa di Microbiologia e Virologia di Cosenza, che, come è noto, ha dato risultato positivo all’infezione.

Più informazioni su