Quantcast

Giunta, presa d’atto del documento preliminare del Psc

L’obiettivo è quello di pervenire in tempi rapidi all’adozione dell'atto

Più informazioni su

    La presa d’atto del Documento Preliminare del Piano Strutturale Comunale e del Regolamento Edilizio Urbanistico, da proporre al Consiglio comunale, previa discussione nelle competenti commissioni, è stata al centro dei lavori della giunta presieduti dal sindaco Sergio Abramo. L’esecutivo ha dato, dunque, il via libera – su proposta del settore Pianificazione del territorio, edilizia privata e Sue diretto da Giovanni Laganà – al provvedimento sulla base del quale potrà essere avviato il processo di partecipazione e concertazione, stabilito dalla legge, e successivamente pervenire alla stesura della proposta del PSC.

    Prendendo atto della documentazione raccolta e rappresentata cartograficamente dall’Ufficio di Piano, nel Documento preliminare vengono proposti, in particolare, tre approfondimenti che riguardano: la riqualificazione del quartiere Lido attraverso la modifica al tracciato ferroviario all’interno del centro: l’idea di sviluppo naturalistico turistico dell’ambito Giovino-Bellino; i criteri per la mancata conferma dell’edificazione di aree soggette a vincoli ed altro, a favore di quelle già urbanizzate. In seguito all’approvazione del Consiglio comunale, il Documento sarà sottoposto all’attenzione della Conferenza di pianificazione per le eventuali osservazioni da parte dei soggetti aventi titolo.

    “Dopo una complessa fase di confronto, che ha visto i progettisti lavorare a stretto contatto con l’Ufficio di Piano, – commenta il sindaco Abramo – entra nel vivo il percorso verso l’approvazione del Psc e del relativo Regolamento edilizio, che recepiscono pienamente i principi normativi del consumo di suolo zero. Uno strumento fondamentale nell’ottica di promozione dello sviluppo locale e di indirizzo strategico del Capoluogo, rispetto ai profondi mutamenti che hanno interessato l’assetto del territorio. L’obiettivo, dunque, è quello di pervenire in tempi rapidi all’adozione del Documento preliminare da parte della civica assise, così da procedere, all’insegna della piena condivisione politica, con le successive fasi di pianificazione”.

    Più informazioni su