Quantcast

Auto bloccano il passaggio per disabili: parcheggi incontrollati foto

Luca Viapiana racconta la sua difficoltà ad accedere al lungomare di Montauro a causa del modo incivile di parcheggiare di molti automobilisti

Più informazioni su

    Ritorna sul tema disabilità e barriere Luca Viapiana, l’artista del Mecante in Fiera Catanzarese. Dopo la segnalazione di questa mattina da parte di Vitaliano Corasoniti, costretto a riportare il figlio disabile a casa perché l’ingresso della rampa di accesso alla spiaggia libera di Giovino era stato occupato dalle autovetture, Viapiana ha scritto un ironico post su Facebook: “Mi permetto di segnalarvi un articolo che ho testato personalmente e che con soli 13,90 € mi ha concesso un’originale ed ulteriore visione, oserei dire celestiale, della nostra ineguagliabile costa blu dipinta di blu – ha scritto linkando l’indirizzo Amazon per l’acquisto di alcune ali piumate pieghevoli – Ci tengo pertanto a ringraziare personalmente tutti coloro che quotidianamente occludono le vie di accesso al Lungomare per aver fatto dono al sottoscritto ed alla collettività tutta, senza peraltro pretendere in cambio nulla, di questa nuova ed imperdibile occasione per volare”.

    L’artista, che ormai da anni si muove sulla sedia a rotelle, ironizza sui gesti di inciviltà con cui è costretto a fare i conti tutti i giorni: “Proprio ieri sotto il sole cocente sono stato costretto con il mio assistente a spostarmi da un punto all’altro del lungomare di Montauro per potervi accedere, perché come si vede dalle foto le macchine occupavano l’ingresso – ha raccontato alla nostra redazione – non è un caso isolato, questo accade con una frequenza imbarazzante. Provo una sensazione di indolenza che mi tocca profondamente e non perché sono sulla sedia a rotelle, ma perché questi atteggiamenti si ripercuotono sulla donna che spinge il passeggino, sull’anziano, su tutti.”

    Questi gesti non sono altro che la punta di un iceberg che nasconde un imbarazzante tessuto culturale con il quale, secondo l’artista, scontrarsi serve a ben poco:”Credo sia inutile arrabbiarsi e così cerco di pormi in chiave sarcastica difronte a questi comportamenti, con certa gente non ci sono i presupposti culturali per confrontarsi – ha concluso Viapiana – per necessità e carattere sono una persona molto elastica, dovrei arrabbiarmi continuamente per questi accadimenti, ma non mi fisso, alcune volte però l’indolenza entra nella mia sfera e sento il dovere di segnalarlo e far sentire quello che penso, per il bene di tutti.”

    Nella speranza che le segnalazioni possano far riflettere gli autori di inciviltà, Luca Viapiana invita chi lo vorrà a visitare il suo percorso espositivo istallato sul lungomare di Montauro raccomandando con sottile ironia di arrivare muniti di ali, per superare gli eventuali ostacoli sulle vie di accesso.

    Più informazioni su