Quantcast

Stato di agitazione per Polizia penitenziaria

Sindacati: interrotte le trattative livello Dipartimentale, Provveditoriale e nei singoli Istituti a causa dell'inerzia del ministero della Giustizia

Più informazioni su

    “A seguito dell’inerzia del Ministro della Giustizia e del Dap le OOSS Nazionali hanno indetto lo stato di agitazione con l’interruzione delle trattative a livello Dipartimentale, Provveditoriale e nei singoli Istituti”. E’ quanto si legge in una nota dei sindacati uniti.

    “Tale iniziativa – prosegue la nota – parte dalla mancanza di una seria politica penitenziaria e dall’assenza di soluzioni rispetto alle criticità che si verificano quotidianamente negli Istituti.

    La carenza delle risorse umane e la mancanza di risposte alle aggressioni e violenze quotidiane che subisce il personale sono alcuni dei punti su cui si registrano le maggiori lacune.
    Sono negligenze che mettono oramai a rischio l’ordine e la sicurezza negli Istituti e che creano un forte disagio nel personale.

    Per quanto concerne la Calabria le problematiche sono ancora più evidenti:

    • carenza degli organici e sovraffollamento;
    • gli Istituti Calabresi sono utilizzati come contenitore del disagio, sono oramai moltissimi i detenuti con problemi psichiatrici o violenti che dal nord vengono trasferiti al sud, anche negli Istituti in cui non sono presenti le figure degli specialisti;
    • in qualche Istituto, nonostante ancora non fosse presente uno specialista in psichiatria sono stati assegnati altri detenuti con disagi psichici da altre regioni – anche il Dap persegue l’accanimento terapeutico nei confronti dei lavoratori di tali strutture- e tali detenuti negli ultimi due giorni hanno minato l’ordine e la sicurezza: tentativo di evasione e autolesionismo;
    • compressione dei diritti del personale;
    • mancato trasferimento dei detenuti che si sono connotati per condotte aggressive e violente”.

    Per questo motivo le Organizzazioni sindacali non parteciperanno all’incontro in provveditorato previsto per domani

    Più informazioni su