SOS CALDO. Parte il ‘Pronto Supporto’ del Comune di Catanzaro per gli anziani e i fragili

Consegna domiciliare di medicinali, spesa e contrasto alla solitudine per gli ultrasessantacinquenni per tutto agosto al numero 800151110

Più informazioni su

    L’idea è nata in fretta e ancora più in fretta la si è attuata. Dall’1 al 31 agosto, dalle 9 alle 19, chiamando il numero verde 800151110 gli anziani ultrasessantacinquenni e fragili potranno richiedere la consegna a domicilio della spesa, dei medicinali e ricevere ascolto, il migliore antidoto contro la solitudine. Il sindaco Nicola Fiorita, l’assessore al Welfare Venturino Lazzaro, accompagnati dalla vice Giusi Iemma e dalla consulente dell’Ufficio delle Piccole Cose Paola Giglio, hanno parlato dell’iniziativa ai giornalisti a Palazzo De Nobili, chiedendo aiuto immediato sul piano dell’informazione: “SOS Caldo può funzionare – ha detto il sindaco – soltanto se c’è un’adeguata informazione. Tutto è stato fatto non di corsa ma dipiù, arrivando a presentare un servizio che già da stasera è attivo. Non abbiamo avuto neanche il tempo di preparare manifesti o altro, perché deve partire necessariamente ad agosto. Ma lo volevamo fortemente perché pensiamo che in questa nostra città ci sono tante persone che si sentono e sono sole, che ad agosto hanno difficoltà ad uscire, che non hanno negozi vicini, la farmacia vicina e aperta, non hanno la rete familiare o amicale che al Sud tante volte sostituisce il welfare più organizzato di altre parti. Allora volevamo dare un segno di attenzione con un servizio che per funzionare ha bisogno di adeguata informazione in modo che la persona fragile e anziana sappia che esiste. Lo faremo certamente utilizzando i mezzi oggi a disposizione, come la rete e i social, la rete sociale che già oggi esiste, Federfarma e gli altri soggetti coinvolti”.

    Generico luglio 2022

    Che specifica compiutamente l’assessore al Welfare Venturino Lazzaro: “È questo un servizio per persone a rischio -anche solo a rischio – solitudine, spesso sono persone che hanno solo bisogno di essere rassicurate e nessuno più dei volontari sa come farlo, perché molte di queste persone sono già note alle Associazioni di volontariato che collaborano con noi che cito: l’Associazione Un Raggio di Sole, il Gruppo comunale di volontari della protezione civile di Catanzaro, l’Associazione nazionale Polizia di Stato, l’Associazione nazionale Carabinieri. Il tutto in collaborazione con la polizia municipale, che offre del resto la sede logistica, fisica, del telefono che per sua natura è mobile e secondo le esigenze può essere usato in trasferta.  Avevamo pensato di suddividere per competenza la città in quattro settori, in verità si è scelto di assegnare un giorno della settimana a ciascuna delle associazioni per coprire le 12 ore centrali della giornata, durante le quali un operatore risponderà alle chiamate per rispondere alle esigenze che di volta in volta saranno manifestate dai nostri anziani in questa ‘botta’ di caldo che ci aspetta o che già ci avvolge. Sono coinvolti dai 4 ai 5 volontari per associazione, e l’impegno sarò organizzato autonomamente dalle associazioni secondo i propri ritmi e sistemi. I medici di base saranno coinvolti indirettamente, nel senso che continueranno a svolgere la loro attività come sempre, compilando le impegnative per i pazienti. Purtroppo non è più possibile fare ciò che si faceva fino ad aprile, inviare le ricette in farmacia attraverso la rete, per cui sarà cura del volontario recarsi prima a casa del paziente per farsi consegnare la ricetta in busta chiusa e contestualmente farsi delegare al ritiro in farmacia”.

    “Ciò che ci interessa – riassume Nicola Fiorita – è che nessuno in città si senta o resti solo. ‘Più sole e meno soli’ era uno slogan che avevamo pensato, ma c’era già il copyright. ‘Pronto Supporto’ andrà più che bene”.

    Anche perché dà il senso preciso dell’iniziativa. “Per non dare alla cosa un peso e un significato diverso da quello vero – specifica meglio Venturino Lazzaro – è un servizio utile e ripetibile in altri periodi dell’anno, penso alle vacanze di Natale, soltanto se si sarà capito ciò che è realmente. È un supporto, io l’ho chiamato infatti un “Pronto Supporto”, non è un Pronto soccorso, e nessuno deve pensare che lo sia. Sarà cura del personale volontario del servizio quando e se avrà sentore della necessità dell’intervento sanitario indirizzare verso il 118 o al 112 o ai numeri usuali di intervento. Abbiano reperito questo numero di telefono, l’800151110 attivo per tutto il mese d’agosto dalle 9 alle 19, in una rincorsa continua da un capo all’altro della città – ‘benedetta Vespa’, sospira Lazzaro – con la partecipazione essenziale di Federfarma, l’Associazione delle proprietà delle farmacie, anche per dare la massima pubblicità alla cosa. Solo attraverso una capillare richiesta alle farmacie di supporto e di informazione è possibile rendere noto il progetto oltre che a rendere concreto uno dei progetti qualificanti, ovvero la possibilità di ritirare farmaci per conto delle persone anziane. Ci sarà un minimo di istruzione che già i nostri volontari hanno per firmare un modulo, sostanzialmente una delega, che consentirà ai volontari di prendere i farmaci nelle farmacie per conto dei pazienti. Sarà possibile anche fare per loro conto la spesa, così come ogni altra cosa fattibile”.

    Più informazioni su