In bici da Berlino a Simeri Crichi, l’impresa di un giovane calabrese

Angelo Madia è partito dalla città che lo ospita da dieci anni. A darne notizia la mamma. Elvira Gentile, su facebook

Più informazioni su

    Ci sono imprese che vanno raccontate e quella di un giovane calabrese, Angelo Madia, originario di Simeri Crichi (Catanzaro), non può passare inosservata: un percorso in bici partendo dalla città che da dieci anni lo accoglie, Berlino, per arrivare nel paese di origine, per l’appunto, Simeri Crichi. Per Angelo, l’idea di questo “viaggio su due ruote” era da tempo in cantiere, ora, in piena concretezza, ne dà conoscenza la madre, la signora Elvira Gentile, con un post su Facebook.

    “E’ stata un’iniziativa che ho ben accolto – dice la signora da noi intervistata – Angelo, ha sempre avuto una grande passione per la bicicletta, ora è veramente felice, questo itinerario rappresenta per lui un grande arricchimento personale”.

    E’ la signora a farsi “portavoce” delle sensazioni del figlio Angelo poiché impegnato nel percorso, raccontando come, attraversando l’Europa ha conosciuto persone e luoghi nuovi, dunque un’esperienza particolarmente interessante.

    Un viaggio che, come già detto, ha visto la partenza da Berlino, dove si era trasferito molti anni fa per lavoro dopo aver conseguito il diploma all’Istituto “Tecnico Industriale Scalfaro” di Catanzaro, un percorso che è iniziato portando con sé l’essenziale e l’attrezzatura necessaria per la stessa bicicletta, da poco acquistata per effettuare questo tipo di percorsi. Dunque, poche cose nel piccolo bagaglio e una tenda da usare nei suoi pernottamenti, sostando a fine tappa nei campeggi delle città attraversate.

    Al momento, solo due le soste di un giorno intero, rispettivamente a Bolzano e in Abruzzo, giusto il tempo per sistemare qualcosa dell’equipaggio personale. Angelo dà contezza del suo percorso postando alcune “storie” su Instagram, descrivendo luoghi e chilometri effettuati, si potrebbe dire, come accenna la madre, che con il suo itinerario abbia “tagliato in due l’Europa”, effettuando in solitaria questo lungo viaggio in bicicletta.

    Tanti i chilometri macinati, una delle ultime tappe, Pescara, tuttavia ancora non si è certi della data di arrivo che, presumibilmente, avverrà nei giorni 12/13 agosto. Certamente, l’attesa è forte, soprattutto da parte dei genitori, la signora Elvira e il signor Antonio, un arrivo previsto a Simeri Mare, in località “Homo Morto”. Non resta che attendere il “traguardo” di Angelo con il suo “grande bagaglio”: un viaggio tutto da raccontare.

    Più informazioni su