Quantcast

Catanzaro, conferma cercasi. Evacuo per l’assalto al Teramo

Riccardi e Risolo spingono per la titolarità. Paci: «Aquile avvelenate ma occhio alla stanchezza». Nei precedenti giallorossi in vantaggio

Più informazioni su

    Conferma cercasi, contro un’altra prima della classe finora imbattuta. E’ già passato, per il Catanzaro, l’acuto esterno di domenica scorsa ad Avellino: sul cammino dei giallorossi, ora più in fiducia e rinfrancati di una settimana fa, c’è il sorprendente Teramo dell’ex Ilari, a caccia di punti preziosi per proseguire l’inseguimento al primo posto. Novanta minuti cruciali alle porte per Branduani e compagni: una cartina di tornasole per capire se o meno il Catanzaro potrà dare per superata la crisi e se o meno si potrà ritagliare un ruolo da protagonista in questa stagione. Conferma cercasi, dunque, ora più che mai.

    QUI GIALLOROSSI  – La convincente prova del “Partenio” dovrebbe spingere Calabro a cambiare poco l’undici di partenza: l’unica variante potrebbe essere in attacco dove Evacuo scalpita per la titolarità e nella rotazione dovrebbe essere preferito a Curiale. L’altra maglia nel reparto pare indirizzata a Di Massimo mentre Di Piazza sarà ancora arma a gara in corso. Buono il momento di Riccardi candidato a completare la difesa insieme a Martinelli e Fazio; si viaggia anche verso una riconferma di Risolo nel cuore della mediana con Carlini a galleggiare tra le linee.

     

    QUI BIANCOROSSI – Ottimismo filtra dal ritiro abruzzese con l’esordiente Paci alla guida pronto a giocarsela. «Le sensazioni sono positive – ha detto il coach – Proveremo a competere consapevoli che sarà comunque una gara impegnativa. Mi aspetto un Catanzaro avvelenato per il momento che sta vivendo – ha aggiunto – Soprattutto i primi minuti saranno infuocati ma la stanchezza alla lunga potrebbe pesare nelle fila avversarie e dovremo essere bravi ad approfittarne». Niente trasferta per Bombagi bloccato da un problema alla schiena, con lui restano ai box anche Viero, Gerbi e Lašík. Torneranno disponibili Santoro e Costa Ferreira con quest’ultimo, insieme a Mungo e all’ex Ilari, posizionato sulla trequarti alle spalle dell’unica punta Pinzauti.

     

    NUMERI – Quello di domani sarà il terzo confronto assoluto tra le due formazioni al “Ceravolo”. Nei precedenti due – tra regular season e playoff dello scorso anno – una vittoria ed un pareggio per le aquile. Arbitro dell’incontro sarà Il signor Acanfora di Castellammare il cui ricordo, per i giallorossi, è legato alla sfortunata trasferta di Siracusa dell’aprile 2019 (1-0) e alla vittoria di coppa tra le mura amiche contro il Monopoli (2-0) del novembre scorso. Somma e D’Apice gli assistenti.

     

    CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Riccardi, Fazio, Martinelli; Casoli, Verna, Risolo, Carlini, Contessa; Evacuo, Di Massimo. All. Calabro

     

    TERAMO (4-2-3-1) : Lewandowski; Diakite, Piacentini, Iotti, Tentardini; Arrigoni, Santoro; Ilari, Mungo, Costa Ferreira; Pinzauti. All. Paci

    Più informazioni su