Quantcast

“Basta non sono mica bambini”

Mister Cosmi si aspetta una risposta definitiva dal punto di vista caratteriale dai suoi uomini.

Più informazioni su

    È un Serse Cosmi, con le idee chiare quello che si è presentato alla vigilia della delicatissima sfida contro il Torino. Al termine dell’allenamento di oggi, il tecnico ha risposto alle domande dei giornalisti collegati in remoto. Il mister si è detto convinto che questa squadra possa esprimere molto di più rispetto a quello che ha dimostrato finora, non solo da un punto di vista tecnico ma soprattutto sotto l’aspetto caratteriale, caratteristica, questa, non espressa mai in maniera continua. L’obbiettivo sarà quello di sfruttare il reparto che tecnicamente possiede maggiore qualità, ovvero l’attacco, nel quale per quanto espresso finora spicca su tutti Messias, che “nelle ultime due gare è quello che si è presentato per quattro volte davanti il portiere”. Al di là dei moduli e della tecnica dei singoli, per Cosmi, è necessario ora dimostrare il carattere sul terreno di gioco:

    Ora basta non sono mica bambini. Bisogna trovare dentro se stessi le qualità, la voglia di esprimere maggiori doti tecniche, che sono state quelle che hanno permesso, a questa società, di scegliere e costruire gruppi sia per salvarsi, sia per fare il salto di qualità. Quindi ognuno di loro singolarmente deve dimostrare a se stesso di avere quelle qualità e quella fiducia che gli è stata riposta da parte della società.

    Il tecnico ha poi evidenziato che il discorso relativo ai moduli, viene dopo quello caratteriale e seppur scegliere come schierarsi per i novanta minuti è importante, tuttavia diventa secondario se non si trovano le motivazioni “per dimostrare di voler non solo rimanere come squadra nella massima categoria ma anche dal punto di vista squisitamente personale”.
    Sul Torino, poi, il tecnico si è detto convinto che nonostante le difficolta dovute alle numerose assenze, verrà a Crotone per imporre il proprio gioco e non solo per difendersi.

    Nicola pur essendo un allenatore dal punto di vista caratteriale molto attento, ha sempre proposto calcio. Con la qualità dei giocatori che il Torino ha, verrà per cercare di imprimere una svolta alla propria stagione che non è certo molto meglio di quella del Crotone.

    I Rossoblù dovranno fare a meno del solito Benali, di Vulic e Djidji (convocati), ma sarà essenziale portare a casa il bottino pieno, visti gli otto punti di ritardo degli squali rispetto ai granata, che hanno comunque due partite ancora da disputare.
    A dirigere l’incontro sarà il Sig. Marco Guida (9 i precedenti) della sezione di Torre Annunziata, con gli assistenti Mondin e Baccini. Quarto uomo Pezzuto, mentre gli addetti al VAR Nasca e Di Vuolo.

    Più informazioni su