Quantcast

Esame Lazio per il Crotone

I rossoblù aprono il 27° turno di Serie A. Cosmi: “La vittoria con il Torino ha dato a tutto l’ambiente un messaggio ben preciso”. Inzaghi: “Il Crotone verrà per fare la sua partita”.

Più informazioni su

    La vittoria con il Torino ha dato a tutto l’ambiente un messaggio ben preciso in vista della gara contro la Lazio. Così Serse Cosmi, parlando ai giornalisti, in vista del match di apertura della 27^ giornata di Serie A. Che tutto questo lavoro, sia solo all’inizio, il tecnico l’ha sottolineato dal primo giorno in cui è arrivato a Crotone, evidenziando, oggi in conferenza stampa, che la “serenità mentale aiuta” e che già nei ragazzi vede applicazione, volontà e determinazione. Il campo dunque diventa lo specchio della preparazione e della motivazione mentale e ritornando alla sfida con i granata il mister ha detto: “Abbiamo iniziato a vincere quella partita prima di arrivare allo stadio”. Ora il compito di tutta la squadra sarà mantenere alta la concentrazione anche a Roma. Cosmi indica Immobile come il pericolo principale, ma aggiunge che le contromisure per arginarlo non riguarderanno solo lui. Poi su chi giocherà dal primo minuto, il tecnico non si è sbottonato, ma mettendo a confronto Torino e Lazio, ha detto: “hanno un modo simile di scendere in campo”. 3-5-2 o 3-4-1-2 non farà comunque differenza per Messias e Ounas definiti “calciatori che possono interpretare tutti i ruoli offensivi, alla grande”.
    Capitolo infortuni: Benali sta bene ed è a disposizione; al contrario non partiranno per la trasferta ne Marrone ne Cigarini (convocati).
    Intanto la società attende l’esito del ricorso contro la squalifica del tecnico (clicca qui), che se non verrà accolto, vedrà il mister accomodarsi in tribuna.

    Fronte Lazio, Simone Inzaghi non si fida del Crotone ed in conferenza ha spiegato di aspettarsi una una gara insidiosa sotto molti punti di vista. “Il Crotone – ha detto il tecnico dei biancocelesti – viene da ottima vittoria, ha cambiato da poco allenatore e gioca bene a calcio, quindi verrà qui per fare la sua partita”. Inzaghi chiede ai suoi un cambio di marcia che permetta di uscire da questo periodo non propriamente roseo. Dunque la partita dovrà essere approcciata nel migliore dei modi e giocata da “vera Lazio”.
    A dirigere la gara delle 15.00 sarà il sig. Antonio Rapuano della sezione di Rimini, con gli assistenti Prenna e Capaldo, quarto uomo Giua. Addetti al VAR Di Paolo e Di Iorio. Rapuano ha solo due precedenti con i rossoblù ed entrambi in serie cadetta (Crotone-Ternana 3-0 e Crotone-Pescara 0-2)

    Più informazioni su