Quantcast

Catanzaro, a Cava per il podio. Calabro: “Vincere, punto e basta”

Il tecnico dei giallorossi alla vigilia: «In campo la migliore formazione possibile: il Bari ha lasciato qualche strascico. I competitor più pericolosi? Noi stessi».

Più informazioni su

    «Pensiamo a vincere, punto e basta». E’ chiara la linea dettata da Calabro al Catanzaro per la trasferta di domani a Cava de Tirreni. Il pieno d’entusiasmo fatto nel weekend con la vittoria sul Bari ha certo fatto lavorare bene le aquile in questi giorni, consentendo di recuperare energie con il sorriso, ma quanto fatto dovrà subito essere archiviato ed essere sostituito dalla concentrazione per una nuova battaglia. Questa la richiesta e la necessità per domani, alla luce del fatto che «la Cavese giocherà anche lei per vincere a tutti i costi».

    «I blufoncé metteranno tutto quello che hanno in corpo ed anche qualcosa più – ha ricordato il tecnico giallorosso, alludendo anche al prevedibile carico emotivo che i metelliani metteranno sul piatto nella prima gara casalinga senza Antonio Vanacore in panchina – Per quanto mi riguarda metterò in campo la migliore formazione considerando che la partita di domenica ci ha lasciato più di qualche strascico». Potrebbe dunque vedersi nella contesa anche qualcuno degli ultimi arrivati in un turnover generalizzato definito anche in ottica Turris. «Lotteremo in ogni gara per far sì che le avversarie continuino a temerci – le parole di Calabro – I competitor più pericolosi? Noi stessi: sappiamo che Bari davanti, Catania e Juve Stabia dietro sono tutte compagini forte ed attrezzate – ha concluso – e che possono vincere tutte le partite da qui alla fine».

    Ma se il Catanzaro si dimostrerà ancora quello di domenica scorsa contro i galletti il filo da torcere sarà più loro. Cava, in questo senso, dirà di più.

    Più informazioni su