Quantcast

Il ritorno al gol di Umbaca dagli 11 metri, ed una serie di parate di Lamberti, riportano il Sambiase in serie D

L'episodio che cambia l'inerzia del match a metà del secondo tempo

Più informazioni su

    SERSALE: Parrottino, Menniti, Scalise, Comito, Nesticò, Caliò (5’pt Torchia), Alfieri (24’st Grandinetti, 47’st Cristaudo), Leta, Tassoni, Costa (24’st Platì), Arena (39’st Schirripa).

    A disp: Russo, Nisticò, Talarico, Russo.

    All. Saladino

    SAMBIASE: Lamberti, Chiodo, Riga, Gaudio (29’st Trentinella), Mirabelli, De Nisi, Bernardi, Vitale, Fioretti (25’st Mandarano), Umbaca (47’st De Fazio), Verso (47’st Giampà).

    A disp: Iozzi, Talarico, Mascaro, Colosimo, Gagliardi.

    All. Fanello.

    ARBITRO: Papagno di Roma 2 (assistenti Presta di Cosenza e Mazza di Reggio Calabria, quarto uomo Femia di Locri).

    RETI: 18’st Umbaca (rig)

    NOTE: Ammoniti: Tassoni, Nesticò, Bernardi, Riga, Vitale, Scalise, Leta, De Fazio

    Angoli: 9-4. Rec: 2’pt e 8’st

     

    Il ritorno al gol di Umbaca dagli 11 metri, ed una serie di parate di Lamberti, riportano il Sambiase in serie D vincendo con il minimo scarto la finale play off in trasferta.

    Il Sersale paga la sfortuna (2 infortuni a gara in corso) e le assenze, avendo pigiato sull’acceleratore maggiormente nella ripresa

     

    PRIMO TEMPO

    0′ dopo 40 secondi si fa male Marco Caliò, in seguito al primo affondo, che prova a rimanere in campo ma deve poi alzare bandiera bianca facendo posto a Torchia

    6′ Vitale prova da fuori area ma la conclusione è facile preda di Parrottino

    11′ Umbaca prova a coordinarsi in area su assist di Bernardi, palla sopra la traversa

    18′ Arena prova il diagonale che si spegne di poco a lato

    23′ Parrottino salva la propria porta su colpo di testa di Mirabelli servito da calcio d’angolo

    47′ si rientra negli spogliatoi senza reti dopo un primo tempo in cui sono state le difese ad avere la meglio sugli attacchi, con il Sambiase a provare ad essere più manovriero ma Lamberti e Parrottino hanno avuto poche occasioni per mettersi in mostra

    SECONDO TEMPO

    1′ ripresa che inizia senza cambi, con caldo e fatica avversari in più da affrontare per le due compagini giallorosse

    2′ Umbaca fa metà campo palla al piede, sul primo palo Parrotino blocca senza pensieri il rasoterra

    6′ Nesticò prova a replicare il gol di mercoledì, pallone in curva

    12′ Umbaca cerca il destro sul palo lontano, pallone fuori dallo specchio

    16′ Bernardi punta Scalise e trova in area il contatto meritevole di calcio di rigore secondo l’arbitro. Dagli 11 metri si presenta Umbaca che spiazza Parrottino che aveva battezzato l’angolo opposto senza neanche tuffarsi. In panchina il presidente Gallo prova una sorta di “var fai da te” mostrando le immagini dello streaming (che nel primo tempo aveva avuto problemi di linea), ma in Eccellenza già la presenza del quarto uomo è un eccezione per la finale

    22′ il Sersale attacca a testa bassa, Lamberti è bravo in uscita ad allontanare la minaccia

    33′ azione manovrata del Sambiase conclusa da Vitale in modo debole

    34′ Nesticò chiama Lamberti al secondo vero intervento della gara, Grandinetti sulla palla vagante calcia a lato

    35′ fallo un metro fuori dall’area di Umbaca su Leta. Punizione dello stesso regista respinta dalla barriera, secondo il Sersale con un tocco di mano e sul proseguimento dell’azione Nesticò viene nuovamente fermato in angolo da Lamberti che mura anche il successivo corner.

    42′ scontro tra la Lamberti e Grandinetti, il giocatore di casa deve uscire in barella per problemi alla spalla con nuovo cambio imposto per mister Saladino

    51′ Leta prova a piazzare sotto il sette il pallone, Lamberti vola ancora sicuro tra i pali.

    53′ finisce con la festa giallorossa lametina sotto la cinquantina di ultras giunti dal “Gianni Renda”, la delusione e le proteste dei padroni di casa che hanno comunque venduto cara la pelle.

     

    Più informazioni su