Quantcast

Catanzaro tra campo e mercato. Ed è assalto a Vandeputte e Cinelli

Primo giorno di lavoro sul campo per i giallorossi e prima uscita ufficiale del nuovo team manager Olivadese. Foresti e Pelliccioni a lavoro: Vazquez e Rolando si avvicinano, e si fa caldo l'asse con Vicenza

Più informazioni su

    Sudore e sorrisi, telefoni ed ammiccamenti, a due passi dal mare. E’ un mix bello frizzante quello del primo giorno di lavoro per il Catanzaro, con Calabro ed i suoi per la prima volta in campo quest’anno al centro sportivo di Simeri e la dirigenza ai bordi del terreno di gioco impegnata a dare impulso forte alle trame di mercato. Il sudore innanzitutto: quello della squadra messa sotto torchio dal preparatore atletico Raione con i test atletici di rito che hanno occupato più o meno tutto il pomeriggio.

    Non una novità a guardar bene. Diversamente dall’esordio a bordo campo del nuovo team manager giallorosso – Giuseppe Olivadese – comasco ma con radici calabresi – che sostituirà nel ruolo Michele Serraino. Questo il primo piano, ben più corposo ed interessante lo sfondo con Foresti e Pelliccioni perennemente al telefono, impegnati ognuno in una doppia manovra a tenaglia. Rinforzi sono attesi nelle prossime ore. Ed arriveranno pesanti per Calabro a cominciare dalla fascia destra per la quale è atteso Gabriele Rolando. Il sì della Reggina al trasferimento a titolo definitivo non è mai stato un problema: nelle ultime ore anche il calciatore pare aver vinto le titubanze e nel breve dovrebbe arrivare l’annuncio.

    Catanzaro Calcio, un buon numero di tifosi e curiosi al primo allenamento stagionale a Simeri Mare

    Ma è a Vicenza che si sta concentrando il nodo più grosso ed interessante di questa fase: con Jari Vandeputte e soprattutto l’esperto Antonio Cinelli – tanta B in passato con Vicenza, Cremonese, Novara e Cagliari – al centro del mirino dei due direttori. Sarebbe un doppio colpo di livello per le aquile che portandoli a casa comincerebbero a sistemare un po’ le cose in attacco e darebbero alla mediana quella geometria da professori ad oggi mancante. Quarto nome caldo: quello di Federico Vazquez per il quale domani si sferrerà l’assalto decisivo. E se la Virtus cederà al colpo di tenaglia potrebbe anche essere il primo dei quattro ad unirsi alla truppa.

    Più informazioni su