Quantcast

Modesto: “Questa maledetta vittoria non vuole arrivare”

Il tecnico degli squali, amareggiato per il risultato, non contesta nulla alla squadra: “i ragazzi si sono comportati bene rischiando davvero poco”.

Più informazioni su

    Sfuma sul fischio finale, la prima vittoria in campionato per il Crotone, condannato dal gol di Bidaoui, che permette all’Ascoli di uscire indenne dallo Scida. Un pareggio che fa male e brucia, soprattutto perché il Crotone, anche in inferiorità numerica, aveva rischiato molto poco. Sé c’è però qualcosa su cui recrimina Modesto è il primo gol subito: “Mi sono arrabbiato molto sul primo, abbiamo peccato di inesperienza”. Eppure la prestazione dei rossoblù, come sottolineato dal tecnico in conferenza stampa, è stata ottima, per abnegazione e voglia di lottare su ogni pallone; ed anche nel secondo tempo, in dieci uomini, “i ragazzi si sono comportati bene rischiando davvero poco. Avevamo bisogno della vittoria per sbloccarci”. Quello che è mancato per poter portare a casa il bottino pieno è stata, a dire di Modesto, un pizzico di furbizia, sul gol come sull’azione che ha portato al rosso di Canestrelli.

    A questi ragazzi oggi non posso dire e non posso rimproverare nulla. Peccato. Dobbiamo metterci ancora più tosti con la testa perché a cinque secondi dalla fine perdere punti fondamentali significa che dobbiamo continuare a lavorare meglio con la testa”.

    Il tecnico al di là dei risultati, che decisamente non arridono ai pitagorici, dice di non sentirsi sulla graticola in questo momento, ma che invece cresce la voglia di continuare a lavorare sempre meglio per “poter portare su questa squadra dal punto di vista umano e calcistico”. Bisogna ora però ripartire dalla testa, perché se è vero che la pausa delle nazionali dovrebbe aiutare a lavorare meglio, dall’altra parte ad aspettare Sabato 16 il Crotone ci sarà il Pisa, non una delle squadre più semplici da affrontare in questo momento del campionato.

    Siamo arrabbiati perché volevamo vincere questa gara. Un episodio cosi è duro da digerire; questa maledetta vittoria non vuole arrivare, anche se i ragazzi c’è l’hanno mesa tutta. Ma questa squadra può tirarsi fuori da questa situazione perché ho uomini veri con la voglia di dimostrare il proprio valore”.

    Più informazioni su