Quantcast

Esordio positivo per Mastria Stella Azzurra Catanzaro

Convincente vittoria l'avvio di stagione della Stella Azzurra che si aggiudica con un netto 3 a 0 lo scontro con la Next Atlas Lamezia Cantanapoli

Più informazioni su

    Inizia con una convincente vittoria la stagione della Mastria Stella Azzurra che si aggiudica con un netto 3 a 0 lo scontro con la Next Atlas Lamezia Cantanapoli, seconda formazione della Raffaele, neo promossa dalla Serie D.
    Netti i parziali a favore della formazione catanzarese: 25-14/25-16/25-20.
    Il tecnico Fiorini schiera: Marta Mancuso in palleggio, Maria Cristina Galea opposto, schiacciatrici la capitana Elisa Braichuk e l’esordiente Francesca Caliò, centrali Alessandra Talarico e Stephany Barberi, nel ruolo di libero Marta Procopio. A disposizione in panchina Gaia Caliò, Mirella Scozia, Valeria Strazzeri, Giorgia Mastria, Alessandra Teti, Gaia Dolce, Aurora Pellegrino.

    Il tecnico lametino Torchia risponde con: Strangis in palleggio, Stella opposto, Tolotti e Borrello schiacciatrici, Nero e Paradiso centrali, libero Mangiapane. A disposizione Gambardella, Gualtieri, Cittadino e Giampà.
    Arbitri dell’incontro: Pietro Lerose e Russo Marianna.

    Ottima la cornice di pubblico dell’incontro con oltre 150 presenze con tantissime ragazze dei settori giovanili della Stella Azzurra e tante famiglie a fare il tifo per la propria prima squadra.

    Partenza equilibrata con qualche errore dovuto all’emozione dell’esordio da parte di entrambe le squadre poi doppio break al servizio della Mancuso e della Braichuk che spezzano il set portando la propria squadra sul 21-12. Le ragazze catanzaresi gestisco il set senza grossi problemi facendo valere la maggiore esperienza delle proprie leader. Da segnalare il primo punto della stagione 2021/2022 della rientrante dopo 3 anni Stephany Barberi.

    La formazione lametina entra agguerritissima nel secondo set portandosi in breve sul 4-0, ma adesso tocca alla giovane Alessandra Talarico al servizio e agli attacchi della Braichuk riportare il set in equilibrio. Entra nelle fila della Stella Azzurra Valeria Strazzeri su una contratta Francesca Caliò che paga l’esordio da titolare in campionato con una prestazione contratta in attacco, ma di buon livello in ricezione e difesa. Il gioco delle padrone di casa diventa fluido e la Galea in attacco fa valere tutto il proprio valore con ben 7 punti nel solo secondo set.

    Terzo set con la formazione lametina che dimostra tutto il proprio valore. Il tecnico Torchia opera qualche cambio assestando il sistema di ricezione con l’inserimento della Gambardella sulla Borrello. Le ospiti mantengono sempre un punto di vantaggio fino al break al servizio della Galea che riporta le padrone di casa in vantaggio, che viene mantenuto fino alla serie finale al servizio della Braichuk che chiude con due ace la gara, dando i primi tre punti del campionato alla propria squadra.

    Da segnalare l’ottima prestazione tra le fila del Lamezia della palleggiatrice Strangis e della “nostra” Tolotti, mentre tra le fila della Stella Azzurra Braichuk e Galea dimostrano di essere giocatrici di assoluto valore per la categoria, seppur ancora non al meglio.
    SCORE: Braichuk 19, Galea 12, Talarico 6, Barberi 5, Mancuso 2, Caliò F. 1, Teti 1, Strazzeri 1. Non entrate: Dolce, Scozia, Caliò G., Mastria, Pellegrino.

    Peppe Fiorini: “Un buon esordio con una formazione giovanissima che si leverà tante soddisfazioni durante la stagione e che farà vedere il proprio valore man mano che acquisirà sicurezza ed esperienza nella nuova serie. La nostra è stata una prestazione tipica di inizio stagione, soprattutto considerando che è stato un esordio assoluto della nuova formazione in quanto, per varie vicissitudini non siamo riusciti ad organizzare alcuna amichevole, quindi tante sfumature da correggere sono apparse evidenti solo stasera in gara. Grande soddisfazione nel vedere il palazzetto pieno come mai per una partita di pallavolo e questo sta a significare che, nonostante il covid, abbiamo ben lavorato sul territorio. Sabato ci aspetta una durissima prova in trasferta a San Lucido, ma questo gruppo, lavorando con serenità e coscienza del proprio valore, è in grado di offrire un’ottima prestazione sul difficilissimo campo avversario. Non voglio parlare di singoli, ma vedere Stephany Barberi in campo, rientrante dopo 3 anni e una gravidanza, giocare con l’entusiasmo di una bambina all’esordio è un gran segnale per tutte le giovani su cosa significhi fare sport. ”

    Più informazioni su