Quantcast

Catanzaro, si lavora su testa e gambe. Porcino e Rolando restano nodi

Slitta il bollettino medico sui laterali: domani ulteriori accertamenti per capire l'entità degli infortuni. Calabro guarda già a Palermo e Messina: a Steccato di Cutro è laboratorio tattico

Più informazioni su

    Niente verdetti, meglio vederci più chiaro. Era atteso per questo pomeriggio il bollettino medico di casa Catanzaro circa le condizioni dei freschi infortunati Porcino e Rolando.

    I due laterali – finiti kappao nell’ultima sfida contro il Bari – avevano disertato in mattinata la seduta di allenamento a Steccato di Cutro per sottoporsi, come da programma, ad esami strumentali. Un check non definitivo, di partenza a quanto pare. Che qualcosa avrebbe già segnalato allo staff medico giallorosso, non così chiaramente però da far superare il muro della cautela e far mettere nero su bianco tempi e modalità di recupero.

    Se ne riparlerà domani, dopo ulteriori necessari approfondimenti, con però l’ipotesi di stop medio lunghi a questo punto seriamente al vaglio. Grattacapi in più  per Calabro che oltre a dover lavorare sulla testa del gruppo per riportare entusiasmo dopo due sconfitte consecutive dovrà trovare anche soluzioni alternative per sopperire almeno nel breve alle due assenze. Qualche esperimento già lo si sta facendo lontano dalla città in vista della sfida di mercoledì contro il Palermo in Coppa Italia e di domenica in campionato contro il Messina. Esercizi di rapidità ed aerobica la tabella di lavoro per i reduci del “San Nicola”, esercitazioni di tattica invece per i non impiegati; chiusura di seduta con una partitella-test.

    Più informazioni su