Quantcast

Catanzaro, Vivarini già si ferma per squalifica: niente Campobasso. Operato Tentardini

L’allenatore giallorosso fermato all’esordio dal giudice sportivo. In Molise andrà il suo secondo Milani. Il laterale sotto i ferri: tornerà tra un mese. Martinelli: moderato ottimismo

Più informazioni su

    Dalla gioia dell’esordio con vittoria al “Ceravolo” allo stop forzato per Campobasso. Neanche il tempo di assaporare il gusto della panchina giallorossa che Vincenzo Vivarini sarà costretto a fermarsi, sabato pomeriggio, per il match del “Nuovo Romagnoli”. Non sarà lui a guidare le aquile in Molise perché appiedato dal giudice sportivo per una giornata, causa espressioni blasfeme pronunciate in due occasioni – “al quattordicesimo minuto ed al venticinquesimo minuto circa” come annotato puntigliosamente nel referto – in prossimità dell’area tecnica, nel corso della gara contro i satanelli.

    BEFFA DOPPIA – Una beffa per l’allenatore abruzzese che dopo solo novanta minuti dalla ripartenza dovrà passare la mano al vice Andrea Milani; un problema in più per i giallorossi costretti già a rinunciare a Nana Welbeck vista l’ammonizione raccolta in diffida nell’ultimo turno. A questo si proverà a porre rimedio in settimana e già oggi, nella seconda seduta dopo la ripresa del lunedì, l’attenzione è stata posta sulla tattica per oliare ancor di più i meccanismi fatti vedere a sprazzi contro i rossoneri.

    INFERMERIA – Buone notizie dall’infermeria: c’è ottimismo per Martinelli che potrebbe rientrare tra i disponibili per la prossima gara dopo il problema muscolare che lo aveva messo kappao, sempre problemi muscolari per Tentardini operato ieri per ridurre la frattura alla clavicola e di probabile rientro tra un mese; da valutare invece i tempi di recupero di Rolando costretto a passare sotto i ferri per l’infortunio accusato alla caviglia.

    Più informazioni su