Quantcast

Trofeo dei Bronzi, successo anche per la seconda edizione

Prova valida per il campionato nazionale Fidal su strada

Più informazioni su

    Si è corsa, domenica scorsa, la seconda edizione del “Trofeo dei Bronzi”, prova valida per il campionato nazionale Fidal su strada. Nell’ambito della stessa manifestazione è stata organizzata dalle sezioni AIA di RC e Messina la seconda tappa della “RefeeRun AIA” 2021/22, la ormai tradizionale gara riservata agli Arbitri di Calcio sulla distanza dei 10 KM.

    Sugli scudi i fischietti catanzaresi che hanno vinto tutte e tre le gare maschili, vale a dire la under30, la 30/45 e la over45.

    La nutrita partecipazione di arbitri associati della sezione di Catanzaro, ha consentito al presidente Francesco Zangara di ricevere il premio quale sezione italiana con il maggior numero di partecipanti giunti al traguardo.

    Soddisfazione doppia per Luca Ursano, il talento catanzarese oramai stabilmente nel giro della nazionale di atletica, reduce dai campionati under 23 di Tallin di questa estate, che oltre alla gara riservata agli arbitri, è risultato anche il vincitore del Trofeo dei Bronzi. Luca, già campione italiano della Referee Run degli anni passati, ha fermato il cronometro poco oltre i 30’ min., precedendo, nella classifica generale, altri due catanzaresi, Pietro Grande primo nella categoria 30/45, ed Errico Gaglianese primo nella categoria over 45.

    Zangara, eletto presidente degli arbitri catanzaresi da pochi mesi, prosegue sulla strada tracciata dal predecessore Franco Falvo, incaricato dal Presidente dell’AIA nazionale, Alfredo Trentalange, di guidare gli arbitri nazionali di serie A e B di Futsal.

    La sezione di Catanzaro, che nel frattempo ha avviato il reclutamento sul territorio per formare nuovi Arbitri, si contraddistingue certamente per i meriti sportivi dei propri associati che calcano i terreni di gioco e sono impegnati nei ruoli dirigenziali a livello nazionale, ma è anche molto attiva nella vita sociale, seguendo pari passo l’AIA centrale.

    L’AIA difatti devolve il ricavato delle Refeerun alla AIL mentre, la sezione di Catanzaro è partner dell’AVIS con la quale ha firmato un protocollo che porta gli associati a donare stabilmente il sangue a cadenza mutua. Inoltre, nel periodo pre-Covid, ha sempre organizzato un torneo di calcio, coinvolgendo le altre sezioni calabresi, e devolvendo il ricavato all’Unione Italiana  dei ciechi ed ipovedenti di Catanzaro.

    Più informazioni su