Quantcast

Catanzaro, sfida alla Vibonese per blindare il secondo posto: 1300 cuori giallorossi sugli spalti del Razza

Verso il recupero di Fazio. Ballottaggi sulla mediana. Si gioca alle 17.30

Più informazioni su

    L’una è già all’inferno ma vuole comunque dimostrare di non meritare la condanna; l’altra invece ha lo sguardo rivolto al paradiso, lo vuole e lo cerca, ma per sperare di conquistarlo dovrà fare di tutto per mantenersi in scia. Vibonese e Catanzaro sono pronte a prendersi la scena domani – calcio d’inizio ore 17.30 – ed ognuna secondo le proprie forze e possibilità a chiudere battagliando la stagione regolare.

    Ai giallorossi serve una vittoria per avere la matematica certezza del secondo posto che garantirebbe un accesso più “easy” agli spareggi promozione mentre i cugini rossoblù, ufficialmente retrocessi già da una settimana, giocheranno unicamente per tenere alto l’onore tra le mura amiche. Sarà comunque derby al “Razza” e sugli spalti la cornice sarà come di consueto importante visti i buoni rapporti tra le due tifoserie; attesi sugli spalti più di 1300 supporters delle aquile tra settore ospiti e tribuna di casa.

    QUI GIALLOROSSI – Il rientro di Fazio in difesa è la soluzione forzata con cui Vivarini proverà a tamponare l’emergenza: ai lati del centrale ci saranno De Santis e Gatti. Restano aperti invece i ballottaggi in mediana con Tentardini e Bjarkason in lotta per una maglia sulla corsia esterna, Verna e Welbeck per il mezzo. Davanti nessun dubbio invece: accanto a Iemmello ci sarà Vazquez nonostante la spada di Damocle della diffida ancora pendente.

    QUI ROSSOBLU – «Non faremo regali a nessuno e ci confronteremo con il Catanzaro a viso aperto» sono state invece dall’altra parte le parole di Orlandi. «Abbiamo preparato la gara con questo obiettivo in settimana – ha evidenziato il tecnico della Vibonese – e seppur già retrocessi, abbiamo il dovere di farlo nel rispetto di tutto e tutti. Ci sarà una bella cornice di pubblico. Di fatto, mi dicono, giocheremo come se fossimo fuori casa, ma non ci saranno sconti». L’ex Curiale guiderà la linea offensiva in tandem con Spina, l’altra vecchia conoscenza giallorossa Mengoni difenderà i pali. Iniziativa affidata a Gelonese; Corsi e Zappa sulle fasce.

    NUMERI – Tredici fin qui gli incontri disputati al “Razza” con un sostanziale equilibrio nel computo delle vittorie. Quatto i successi agguantati dagli ospiti – l’ultimo nel marzo 2012 con le reti di Sirignano e Masini (0-2) – cinque invece quelle raggranellate dai padroni di casa – la più recente nel 2017 con la doppietta di Alì Sowe ed il gol della bandiera giallorosso di Zanini (2-1). Nell’ottobre 2020 le due squadre non si sono fatte male fermandosi sullo zero a zero; sempre in pareggio ma ben più sanguinoso il playout del maggio 2017 terminato uno ad uno – risultato utile per il Catanzaro – con le firme di Basrak e Bubas. Arbitrerà il signor Pascarella di Nocera Inferiore già sulla strada delle aquile in due incontri casalinghi contro Rieti (stagione 2019/20, 2-0) e Virtus Francavilla (stagione 2020/21, 1-0); Giuggioli e Pintaudi saranno gli assistenti, Vogliacco il quarto uomo.

    VIBONESE (3-5-2) : Mengoni; Risaliti, Suagher, Mahrous; Corsi, Basso, Gelonese, Zibert, Zappa; Curiale, Spina. All. Orlandi

    CATANZARO (3-5-2) : Branduani; De Santis, Fazio, Gatti; Bayeye, Sounas, Cinelli, Verna, Bjarkason; Iemmello, Vazquez. All. Vivarini

    Più informazioni su